> > Regioni: Emiliano, 'territori sono ragione di crescita del Paese'

Regioni: Emiliano, 'territori sono ragione di crescita del Paese'

default featured image 3 1200x900

Milano, 5 dic. (Adnkronos) - “La giornata di oggi è molto importante. Per la prima volta infatti le Regioni danno vita ad un loro festival, con il quale si vuole rimarcare il senso ed il significato dell’esistenza di questa istituzione. Le Regioni hanno dato prova di avere grande ...

Milano, 5 dic.

(Adnkronos) – “La giornata di oggi è molto importante. Per la prima volta infatti le Regioni danno vita ad un loro festival, con il quale si vuole rimarcare il senso ed il significato dell’esistenza di questa istituzione. Le Regioni hanno dato prova di avere grande capacità di cambiamento e sono dunque una delle ragioni di crescita del Paese”. Lo ha detto Michele Emiliano, governatore della Puglia, in occasione della prima delle due giornate del Festival delle Regioni, organizzato dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome per valorizzare la ricchezza, l’identità e la specificità dei territori italiani.

“In questo momento ci si sta domandando se le regioni dovrebbero avere più potere oppure no – ha continuato il presidente della Puglia – noi siamo dell’idea che non ci sarebbe nulla di male se si dovesse decidere che tutte le regioni italiane abbiano più poteri. Sarà un tema di discussione anche domani, alla presenza del Presidente della repubblica Sergio Mattarella, che assieme al Parlamento è garante dell’unità del Paese e tutela della costituzione.

Si dovrà così decidere come questa grande storia si evolverà”.

A proposito del Piano nazionale di ripresa e resilienza, Emiliano ha sottolineato che le regioni sarebbero potute essere coinvolte maggiormente nei processi decisionali e nel coordinamento della spesa. “Un maggiore coinvolgimento delle regioni – ha spiegato il presidente della Puglia – avrebbe consentito di mettere assieme i fondi del Pnrr con quelli regionali, nazionali ed europei. Questo va in controtendenza rispetto all’esigenza per la quale sono nate le regioni stesse, ovvero la diminuzione della burocrazia.

Contrariamente a quanto si pensa, anche il Mezzogiorno sa spendere bene i fondi, la Puglia ad esempio è la prima regione europea per capacità di spesa dei fondi, questo per noi è molto importante”.