×

Unesco: sito archeologico di Arlsantepe in Turchia diventa Patrimonio dell'Umanità

default featured image 3 1200x900 768x576

Roma, 27 lug. (Adnkronos) – Il sito archeologico di Arslantepe, nella provincia orientale di Malatya, in Turchia, è diventato Patrimonio Mondiale dell'Unesco, decisione presa il 26 luglio durante la 44ma riunione del Comitato tenutasi a Fuzhou, in Cina. Salgono così a 19 i beni Unesco della Turchia.

Arslantepe, che significa 'Collina del leone', è stata accettata nell'elenco provvisorio dei siti del Patrimonio Mondiale dell'Unesco nel 2014 ora l'inserimento è ufficiale.

Secondo il sito dell'Unesco, Arslantepe è una "testimonianza eccezionale del primo sorgere della società statale nel Vicino Oriente". In altre parole, il sito archeologico di 4 ettari (40.000 metri quadrati) e di 30 metri di altezza mostra i cambiamenti fondamentali nel processo di formazione dello stato nelle società anatoliche orientali e mesopotamiche".

Arslantepe è ora Patrimonio dell'Umanità grazie ai suoi vari valori universali eccezionali, perché testimonia il cambiamento delle tradizioni culturali e della gerarchia insieme all'emergere di nuovi sistemi sociali e politici basati su differenze sociali e privilegi economici.

Il sito è anche una fonte di nuovi sviluppi nell'architettura monumentale, nella tecnologia e nelle arti, oltre a miglioramenti amministrativi e politici nel corso del IV millennio a.C. Il tumulo servì come insediamento dal periodo calcolitico all'XI secolo d.C.

Fu utilizzato come villaggio romano durante il V e il VI secolo d.C. e in seguito servì come necropoli bizantina. Ospita vari reperti relativi alla nascita di un sistema statale e al passaggio da una struttura sociale egualitaria a una gerarchica.

Contents.media
Ultima ora