Uova di serpente: dove trovarle e come riconoscerle
Come riconoscere le uova di serpente
Lifestyle

Come riconoscere le uova di serpente

Pitone reale
I pitoni difendono le proprie uova

I serpenti sono rettili e si riproducono attraverso la deposizione di uova. Queste hanno un aspetto particolare ma non è semplice riconoscerle.

I serpenti non sono certamente i migliori amici degli uomini. Vi sono persone che apprezzano la loro composizione fisica, le loro caratteristiche, i loro colori e il loro essere pericolosi. In certi modi si comprende che sono dei rettili affascinanti. La loro storia come simboli è molto lunga. Nella Bibbia vengono ricollegati a Satana, nella tradizione ebraica alla guarigione, in quella norreana alla conoscenza e in quella messicana agli sciamani. I serpenti si riproducono attraverso la deposizione delle uova. E non sempre è semplice riconoscere le uova di serpente.

Uova di serpente

Le uova di serpente hanno una consistenza elastica anche se sembrano particolarmente coriacee. I serpenti sono rettili squamati e si dividono in diverse famiglie. Per distinguere un esemplare maschio da uno femmina basta guardare la coda. Infatti il maschio ha una coda che si restringe progressivamente, mentre nella femmina si nota un restringimento più brusco.

I serpenti si dividono in ovipari e ovivipari. I primi depongono le proprie uova in luoghi caldi che fungono da incubatrice.

I secondi invece le portano all’interno di un condotto nel proprio ventre fino alla fine della gestazione. Tra questi vi sono i cobra, i crotalidi e i viperini.

Una volte deposte le uova la madre tende ad allontanarsi. Ovviamente ci sono delle eccezioni. Per esempio vi sono dei pitoni che sono in grado di covarle e quindi non le lasciano mai sole fino a quando non si schiudono. Le femmine dei cobra invece rimangono sempre nei pressi della covata, attaccando chiunque tenti di avvicinarsi. I cobra reali invece sono gli unici che costruiscono un vero e proprio nido con residui vegetali. raccolti con le proprie spire.

Una volta nati i piccoli di serpente sono completamente indipendenti. Dopo la prima muta, in genere dopo tre giorni dalla nascita, si cimentano con il primo pasto. Le specie velenose invece sono in grado di produrre il proprio veleno fin dalla nascita.

Come riconoscere le uova di serpente

Le uova di serpente presentano un guscio elastico ma coriaceo. Ovviamente il tipo di uovo è differente a seconda della specie e possono essere più molli o più duri. Generalmente sono piccoli e bianchi e si trovano in luoghi umidi che permettano lo sviluppo del feto. La maggior parte degli ovipari ha scarso senso parentale e quindi non si occupano delle proprie uova in seguito alla deposizione.

Per capire se si è in presenza di uova di serpente bisogna sollevarne uno. Infatti se risulta duro sarà un piccolo di uccello e non di rettile, che a volte possono presentare scheggiature. Per essere comunque sicuri si può avvicinare l’uovo a una lampadina. In precedenza bisogna aver spento tutte le altre luci presenti nella stanza. Con questo metodo si dovrebbe essere in grado di intravedere l’embrione interno. Si ha poco tempo per questo procedimento dal momento che il piccolo necessita della propria incubatrice, naturale o artificiale.

La forma del guscio è allungata, ovale, e quindi differente a prima vista da quelli di qualsiasi altra specie. Bisogna però prestare attenzione. Infatti vi sono alcune specie che depongono uova diverse. Alcuni serpenti africani e asiatici depongono uova dalle forme particolari, simili alle radici dello zenzero. Altri del Nord e del Sud America depongono uova simili a quelle degli uccelli.

Nel caso in cui se ne dovessero trovare alcune è necessario contattare un esperto o un veterinario e descriverne l’aspetto. Attraverso questa prima identificazione è possibile accertare l’appartenenza alla specie dei rettili, ma per sapere il tipo di serpente bisognerà aspettare fino alla schiusa.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche