×

Fmi: con +1% Pil investimenti pubblici +7 mln posti in economie avanzate

Condividi su Facebook

Roma, 5 ott. – (Adnkronos) – Gli investimenti pubblici sono cruciali "in periodi di elevata incertezza, come quelli che contraddistinguono la crisi attuale" perché "possono avere un forte impatto sulla crescita del PIL e sull'occupazione". Lo sottolinea il Fondo Monetario Internazionale anticipando un capitolo del 'Fiscal Monitor' in cui si stima – sulla base di ricerche condotte ad ampio raggio – come nelle economie di mercato avanzate ed emergenti, il moltiplicatore fiscale possa raggiungere un picco di oltre 2 nell'arco di un biennio.

Un aumento degli investimenti pubblici dell'1% del PIL in queste economie può creare direttamente 7 milioni di posti di lavoro e tra i 20 e i 33 milioni di posti di lavoro complessivamente se si considerano gli effetti macroeconomici indiretti, stimano i tecnici dell'Fmi.

Peraltro, si spiega, "nelle economie avanzate e in alcune economie emergenti, dove i tassi di interesse sono vicini al minimo, il potenziamento degli investimenti pubblici di qualità può anche far crescere gli investimenti privati ​​e assorbire l'eccesso di risparmio privato senza causare un aumento dei costi di finanziamento".

Il Fondo evidenzia come "durante la crisi di COVID-19 i governi hanno soprattutto dovuto affrontare il problema dell'emergenza sanitaria e di come sostenere le famiglie e le imprese" mentre "adesso devono preparare le economie per una riapertura in sicurezza e con successo, progettare politiche per creare posti di lavoro e rilanciare l'attività economica e facilitare la trasformazione verso economie più resilienti, inclusive e più verdi".


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Mes: Sisto, 'da Berlusconi nessun inchino alla Lega'
Flash news

Mes: Sisto, 'da Berlusconi nessun inchino alla Lega'

2 Dicembre 2020
Roma, 2 dic. (Adnkronos) - "E’ indispensabile distinguere. Da una parte c’è il Mes della sanità e lì la nostra posizione è inamovibile: siamo favorevoli, rinunciare a quei fondi sarebbe…
Contents.media