×

Cosa è possibile acquistare con la card del Reddito di cittadinanza

In arrivo per la fine di aprile le prime card del reddito di cittadinanza: vediamo come e dove si possono spendere gli importi ricevuti.

reddito di cittadinanza
reddito di cittadinanza

Dopo l’aggiornamento dei moduli per la richiesta del reddito di cittadinanza, molti italiani attendono la card con l’accredito della somma dovuta. Non tutti, però, sanno come spendere gli importi: infatti, il governo aveva annunciato una serie di acquisti vietati e di spese immorali. Vediamo insieme cosa è possibile acquistare con la card Rdc.

Card Rdc: come funziona

L’importo massimo del reddito di cittadinanza ammonterà a 780 euro mensili. La somma verrà accreditata dalle Poste italiane direttamente sulle card prepagate inviate ai beneficiari. Secondo le tempistiche dei CAF, per coloro che hanno presentato la domanda a fine marzo l’accredito dovrebbe avvenire verso i primi di maggio. La certezza è che l’importo non potrà essere utilizzato direttamente in contanti. Ogni mese, infatti, per i nuclei familiari composti da una sola persona, si potrà prelevare dalla card fino ad un massimo di 100 euro.

Il decreto legge numero 4 del 2019 prevede una scala di equivalenza pari al massimo a 2,1 per le famiglie con un numero maggiore di componenti. Le spese restanti, quindi, potranno essere pagate direttamente con la carta prepagata tramite l’utilizzo del POS.

Card Rdc: come spendere il denaro

Purtroppo non esiste un elenco vero e proprio delle spese effettuabili con il reddito di cittadinanza. Tuttavia, sul sito ufficiale dell’Inps sono riportate una serie di acquisti possibili. Vediamone alcuni. La somma caricata sulla card potrà essere utilizzata per far fronte ad acquisti di beni e servizi di base. Nei negozi fisici, come le farmacie, si potrà utilizzare per effettuare pagamenti tramite POS. Sarà possibile, inoltre, pagare le bollette elettriche o quelle del gas, effettuare bonifici per l’affitto o per il mutuo.

La questione degli acquisti online, invece, è un po’ diversa. Questi ultimi, infatti, rientrano nelle cosiddette spese immorali insieme alle spese legate al gioco a premi. Non si potrà quindi utilizza il reddito per effettuare acquisti su piattaforme di e-commerce come Amazon.

Card Rdc: i tempi per le spese

Un dettaglio molto importante riguarda i tempi di utilizzo e consumo degli importi accreditati. Infatti, è vietato il risparmio della somma erogata. Tutto questo intende sottolineare la caratteristica distintiva della misura: uno degli obbiettivi, infatti, è sostenere i consumi delle famiglie. Bisognerà, quindi, spendere la somma ricevuta entro il mese successivo all’accredito. In caso di residuo non speso verrò effettuata un decurtazione fino al 20% dell’importo del mese successivo. Infine, ogni sei mesi verranno azzerate le giacenze. Nel caso di perdita, furto o smarrimento della carta si potrà contattare il numero verde fornito con la card.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Caricamento...

Leggi anche