×

Hitler, i dolci e la carie

Condividi su Facebook

La golosità e le carie del Fuhrer

Adolf Hitler

soffriva di un perenne stato ansioso da cui scaturiva una formidabile ipocondria, accentuata da uno stato di salute precario e da un’insopprimibile paura della morte che il Fuhrer si portava dietro fin da ragazzino.

Per allontanare il terrore delle malattie, Hitler si sottopose nel corso della vita a numerose diete, arrivando a privarsi completamente di alcolici e quasi del tutto di carne.

Ma ci fu una debolezza che il capo del Nazismo non riuscì mai a superare: una spasmodica e incontrollabile voglia di dolci e zuccheri, che mangiava quotidianamente e in quantità elevata.

Le sue passioni culinarie erano il cioccolato e la panna montata, inoltre aveva la mania di dolcificare tutte le bevande, compresi vino e acqua; un simile regime alimentare, finì inevitabilmente per minare la salute e la stabilità dei denti, che avrebbero richiesto un buon lavoro da parte di un bravo dentista, se non fosse che il Fuhrer, che non fu mai quello che propriamente si definisce un “cuor di leone”, non riuscì mai a farsi curare per paura.

Sentite cosa dichiarò in proposito Johannes Blaschke, il suo fidato dentista:

“Moriva dalla paura alla sola idea di doversi sedere sulla mia sedia”.

Il risultato fu, che oltre alla dentatura guasta, si aggiunse una imbarazzante e perenne alitosi.

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.