×

Il monito di Mattarella: toni aspri, serve rispetto reciproco

Roma, 18 dic. (askanews) – “Nella stagione in cui viviamo il confronto politico assume sovente toni molto aspri e anche recenti passaggi parlamentari hanno fatto registrare tensioni. Sappiamo che la politica comporta anche scontri. Vorrei a questo riguardo ricordare alcune parole di Aldo Moro, il quale diceva che “anche se talvolta profondamente divisi..sappiamo di avere in comune, ciascuno per la propria strada, la possibilità e il dovere di andare più lontano e più in alto”. “‘Non è importante che pensiamo le stesse cose”‘ invece è di straordinaria importanza – scriveva – la ‘comune accettazione di essenziali ragioni di libertà, di rispetto e di dialogo'”. Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, alla cerimonia di scambio degli auguri con le alte cariche dello Stato.

“Chi riveste ruoli istituzionali – ha sottolineato Mattarella – deve avvertire la responsabilità di farlo in nome e per conto di tutti i cittadini. Aveva ben presente, Moro, il grave pericolo – purtroppo confermato dagli eventi successivi – che corre una società attraversata da lacerazioni profonde. Il bene comune è, appunto, bene di tutti, nessuno escluso. E chi amministra la cosa pubblica, chi è chiamato al compito di governare esprime, certo, gli orientamenti della maggioranza ma con il dovere di rispettare e garantire la libertà e i diritti degli altri, delle minoranze. Questa è l’essenza della democrazia, che richiede rispetto reciproco. Il rispetto è il più efficace antidoto all’intolleranza, foriera di conseguenze negative”.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000

Leggi anche