×

Coronavirus, a Napoli vita normale tra precauzioni e fatalismo

Napoli, 24 feb. (askanews) – Mentre il Norditalia è in preda all’emergenza coronavirus, in Campania “non c’è alcun contagiato”, ha riferito il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, al termine di una riunione operativa a Palazzo Santa Lucia con prefetto e tecnici. Ma i cittadini si stanno comunque attrezzando per affrontare eventuali casi:

Una farmacista racconta: “Ultimamente sono aumentate tantissimo le richieste, sia di mascherine che di amuchina gel. Proprio stamattina abbiamo finito le ultime confezioni. Siamo in una situazione di panico generale”.

Un medico spiega: “È una malattia simile all’influenza come sintomatologia, non si sa molto al momento. È una malattia nuova”.

Divisi tra precauzione, fatalismo e allarmismo: “Le mascherine non le ho comprate, mi lavo le mani, cerco di starnutire con il gomito. Le cose più normali. Penso che quando certe cose sono inevitabili, sono inevitabili”. “Forse si sta pure un po’ esagerando, perché potrebbe essere una influenza normale che può essere curata, colpisce le persone anziane. Sono un po’ preoccupato per le troppe rassicurazioni che ci fanno, e un po’ rasserenato perché alla fine pare sia un’influenza”. “Ho sentito che nei supermercati sta sparendo il cibo, la mia paura è che possa accadere anche qui”.

Qualcuno commenta, senza rancore, la crisi a Nord, che al momento sembra aver risparmiato il Mezzogiorno:

“Anche se i signori del Nord ci declassano, dicendoci che siamo ‘colerosi’ e via dicendo, a me dispiace che adesso hanno questo problema. Gli auguro tutto il bene”.

De Luca ha spiegato che negli ospedali della Campania ci saranno “percorsi dedicati” in caso di contagi da coronavirus.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000

Leggi anche