Bari, Giancarla Rondinelli aggredita da migranti COMMENTA  

Bari, Giancarla Rondinelli aggredita da migranti COMMENTA  

GIancarla Rondinelli
GIancarla Rondinelli

Drammatica vicenda a Villa Roth, struttura popolare che ospita cittadini pugliesi e migranti stranieri: la giornalista Giancarla Rondinelli viene aggredita.

La giornalista di Quinta Colonna, Giancarla Rondinelli, sarebbe stata aggredita a Bari mentre si stava occupando di un servizio sull’assegnazione di alloggi popolari ai migranti. La sconcertante vicenda ha avuto luogo nel quartiere San Pasquale, all’interno della struttura Villa Roth che attualmente ospita cittadini pugliesi e migranti stranieri. Nella struttura, che era stata abbandonata per molto tempo e successivamente occupata abusivamente, ultimamente c’è un clima di tensione, motivo per cui l’inviata si era recata.


Ecco cosa è avvenuto

La Rondinelli dichiara di aver ricevuto pesanti insulti e minacce dagli stessi immigrati prima di girare il servizio. Inoltre, da quanto ha dichiarato al Corriere del Mezzogiorno, lei e il cameraman sono stati  aggrediti con lancio di oggetti. Ad evitare il peggio è stato l’intervento immediato delle forze dell’ordine. Probabilmente anche Anna Rita Tateo, responsabile di “Noi con Salvini in Puglia”, sarebbe stata coinvolta nella vicenda.


Si tratta dell’ennesimo tentativo di impedire ai giornalisti di svolgere il loro lavoro. A tal proposito la coordinatrice di Forza Italia in Calabria, Jole Santelli, si pronuncia esprimendo la più sentita solidarietà alla giornalista, vittima dell’aggressione.

Anche la parlamentare della Lega, Barbara Saltamartini, esprime estrema solidarietà, affermando che si tratta di un altro dei tanti  fallimenti della politica sull’immigrazione di Renzi e che agli immigrati ormai è tutto concesso.

Leggi anche

2 Commenti su Bari, Giancarla Rondinelli aggredita da migranti

  1. Prima o poi, spero prima, qualcuno o tanti, spero tanti, incominceranno a distribuire tanto piombo fuso ai clandestini e ai traditori figli di troia, del popolo italiano che li foraggiano e proteggono…

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*