Come bollire i funghi freschi

I funghi sono stati mangiati e usati per migliaia di anni sia per il loro gusto e le loro proprietà medicinali. I funghi di piccole dimensioni, non solo insaporiscono una varietà di piatti, ma anche danno lesostanze nutritive. Sono comuni in una serie di piatti internazionali. I funghi può diventare un sostituto della carne in una varietà di piatti poiché contengono una struttura simile ad alcuni tagli di carne. Bollire funghi freschi è un mezzo di cuocerli che accentua la carnosità.

Leggi anche: Cibo ecosostenibile: in futuro sui nostri piatti meduse ed insetti


Istruzioni:

Quello che vi serve
I funghi freschi
Colino
Tagliere
Piccolo coltello da cucina
Brodo di pollo
Tegame di medie dimensioni

1. Mettere i funghi in uno scolapasta. Lavarli sotto acqua corrente per eliminare ogni sporcizia. Agitare per togliere l’acqua in eccesso.

Leggi anche: Colesterolo alto, non sempre la colpa è del cibo, ecco perchè


2. Spazzolare i funghi, fatta eccezione per le branchie sotto la testa, con un pennello.

3. Mettere i funghi su un tagliere. Tagliate via la parte inferiore di ogni stelo.

Leggi anche: Una ricerca spagnola conferma che la depressione può essere prevenuta a tavola


4. Versare il brodo di pollo in una casseruola e mettere sul fornello. Accendere il fuoco a medio-alto e portare il brodo a bollore.

L'articolo prosegue subito dopo

Leggi anche: Gelaterie GROM acquistate da Unilever


5. Mettete i funghi nella pentola, una volta che ha iniziato a bollire, e cuocerli per 8 a 10 minuti, o finché non si sentono morbidi quando si inserisce una forchetta in loro.

Leggi anche: Il successo della macelleria vegana Vegi-Metzg, la prima in Europa con sede a Zurigo


6. Scolate il brodo e salvarlo da utilizzare in seguito per la zuppa o salsa. È possibile utilizzare i funghi in una varietà di piatti, dalle insalate alla pasta.

Note:
Mai ammollare i funghi in acqua per pulirli prima dell’ebollizione, dato che sono estremamente porosi, assorbiranno l’acqua e saranno molle quando li cucinate.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*