Com’era il volto di Gesù da giovane COMMENTA  

Com’era il volto di Gesù da giovane COMMENTA  

La polizia italiana, attraverso la magia della scienza forense, sostiene di aver creato la riproduzione di quello che doveva essere il volto di Gesù da giovane. I risultati si basano sulla Sacra Sindone presente nel Duomo di Torino, un telo che, secondo alcuni, avrebbe avvolto il corpo di Gesù dopo la deposizione dalla croce, e su cui è possibile vederne impresso il volto.

Secondo il Mirror, l’immagine è stata generata nel 2004, ma è tornata di attualità grazie ad un documentario trasmesso dalla televisione italiana, analizzando con dettaglio le fasi usate dal software per invertire il processo di invecchiamento, riducendo la linea della mascella, ammorbidendo lo sguardo a completare il viso.

Il volto di Gesù è notevolmente più carino di quello del re Tutankhamun, ricreato recentemente grazie all’uso di scansioni digitali e di immagini in 3D, partendo dal teschio del re bambino egiziano.

La polizia italiana aveva precedentemente usato questo processo al contrario, invecchiando una foto del 1959 del boss Bernardo Provenzano, catturato nel 2006.

Accattivante come lo può essere un’immagine del volto di Gesù da giovane, si può definire l’immagine quasi definitiva. La datazione al carbonio colloca il sudario nel XIII secolo, ma nessuno può determinare come l’immagine di un uomo crocifisso sia stata creata.

L'articolo prosegue subito dopo

Leggi anche

parabola
Guide

Spostare la parabola Sky: come fare

Alcuni consigli utili per orientare la parabola di Sky in maniera corretta. Che possediate una parabola Sky tradizionale, oppure una parabola rettangolare e piatta (magari di quelle decorabili), il problema per voi, non appena acquistata, Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*