Lo Tsunami Tour dell’eroe Beppe Grillo COMMENTA  

Lo Tsunami Tour dell’eroe Beppe Grillo COMMENTA  

 

 

 

“Il Movimento 5 Stelle è una libera associazione di cittadini. Non è un partito politico nè intende diventarlo in futuro. Non si presenta con ideologie di sinistra o di destra, ma con idee nuove. Vuole realizzare un efficiente ed efficace scambio di opinioni e confronto democratico al di fuori di legami associativi e partitici e senza la mediazione di organismi direttivi o rappresentativi, riconoscendo alla totalità dei cittadini il ruolo di governo ed indirizzo normalmente attribuito a pochi”.


 

Continua lo “Tsunami Tour” di Beppe Grillo, l’unico, che in questa campagna elettorale politica asettica, blindata e già decisa, è sceso riempiendo 29 piazze di città italiane, di uomini donne giovani e anziani tra la pioggia, vento e neve. Ieri, ore 21.00,  Beppe Grillo era in piazza Vittorio Veneto, a Brescia sotto la neve che scendeva, tra le note della canzone del Movimento 5 Stelle, di Galup e Mr Rain, e migliaia di persone. Grillo ha iniziato a gridare a pieni polmoni, di voler fare le grandi pulizie istituzionali, di eliminare la corruzione, il clientelarismo e i privilegi della casta politica ormai priva di credibilità e senza scrupoli, che abusa di poteri spesso illeciti. Grillo scuote gli animi e attraverso la sua voce, il popolo italiano ritrova la sua dignità, grida a favore degli interessi degli imprenditori e dei cittadini ridotti in povertà, senza futuro, grida in nome di una legalità mancante , come il presupposto da cui si deve ripartire per una politica partecipata in grado di tutelare gli interessi dei cittadini. Di fronte alle moltissime shoccanti promesse pre-elettorali, il Movimento 5 Stelle, si legge in una nota: “ E’ l’unica formazione che può garantire il 100% di candidati incensurati, scelti dalla base degli attivisti e non dalle gerarchie di potere del partito, che lasceranno nelle casse pubbliche contributi elettorali e privilegi, così come è stato fatto dagli eletti a 5 Stelle di tutta Italia negli ultimi tre anni”.


Poi  alla volta di Mantova, in piazza Sordello, di fronte a 3mila persone, dove neanche l’intensa nevicata è riuscita a fermare lo “Tsunami Tour” di Beppe Grillo, qualcosa di surreale sta accadendo, lo si deduce vedendo alcuni fans che hanno cominciato a spalare la neve in piazza già durante la mattinata.


Grillo dal palco ha aperto: “Non ci ferma niente, nemmeno la neve. Mantova è una città magica e tutta bianca lo è ancora di più; certo, dai Gonzaga a Sodano…” Ha continuato parlando delle dimissioni del Papa: “Voglio un papa nero e io spero che lo eleggano via internet, così il Vaticano copia da noi le primarie. Forse lui non ce l’ha più fatta con questa Italia e per questo si è dimesso; forse, l’ha fatto perché le tangenti di Mps sono passate attraverso lo Ior. Dicono che il Papa sia a Castel Sant’Angelo, forse lo tengono in ostaggio”. Poi è la volta di  Mps: “Le banche vanno salvate perché se falliscono, falliscono le famiglie; però Mps va nazionalizzata e i vertici vanno mandati a processo”.

Grillo poi attacca Berlusconi e Bersani: “Sono riusciti persino a farlo resuscitare; se voi credete che Berlusconi sia vivo, significa che credete anche che nelle vostre lavatrici ci sia davvero Mastrolindo. Ormai i centri storici delle città si svuotano di negozi . Siamo come nel dopoguerra dove c’è un paese in macerie da ricostruire; nessuno, però, deve restare indietro. Questo è un movimento che non si arresta. E quando vinceremo ci riprenderemo le cose che ci appartengono, le loro palazzine, i loro orologi. Datemi pure del megalomane, ma siamo il primo partito in Italia, quelli hanno una paura fottuta di noi”.

 

Lo  “Tsunami Tour” di Beppe Grillo è in diretta streaming,  fino al 22 febbraio 2013 , 12 ore al giorno, attraverso la TVdream, per seguire la campagna elettorale del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo per le città italiane.

L'articolo prosegue subito dopo


 

Leggi anche

About Simona Pagliarini 62 Articoli
Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda. (Horacio Verbitsky) Simona, laurea in Psicologia presso l'Università di Roma La Sapienza Giornalista-pubblicista di politica interna, estera e cronaca, scrittrice Amo l'amore, scrivere, il mare, la neve e la vita
Contact: Google+

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*