Streptococco in gravidanza: tutti i sintomi

Guide

Streptococco in gravidanza: tutti i sintomi

Streptococco in gravidanza tutti i sintomi
Streptococco in gravidanza tutti i sintomi

Lo streptococco è un batterio pericoloso sia per la madre che per il nascituro. E’ quindi importante intervenire in tempo con una buona cura.

Lo streptococco può o meno produrre dei sintomi e ciò dipende dalla tipologia: c’è un tipo “A” che procura mal di gola e catarro alla madre e si cura facilmente con antibiotici, mentre un tipo “B” è sicuramente più infido in quanto a-sintomatico. Infatti in questo caso il batterio è spesso pre-esistente nel corpo della donna, in quanto colonizza le mucose vaginali e l’intestino, quindi si comporta come un qualsiasi “saprofita” che utilizza il corpo umano per vivere e riprodursi.

Il pericolo però sopravviene quando la donna è in gravidanza, per cui è necessario che non oltre la trentacinquesima settimana dall’inizio della gestazione sia effettuato un tampone vaginale che permetta di verificare la presenza del batterio.

A questo punto si può intervenire preventivamente con una cura antibiotica in modo da evitare la trasmissione dell’infezione dalla mucosa vaginale al feto. Alcuni sintomi però sono un segnale che l’infezione del batterio, seppur silente, è in corso: si tratta di febbre e malessere della donna prossima al parto, ma si tratta di una situazione limite in cui la stessa, non avendo provveduto alla normale profilassi e analisi routinaria a cui deve sottoporsi per la sua salute e quella del nascituro, espone quest’ultimo al rischio di gravi conseguenze tra cui la perdita della vita. Attenzione, dunque, ad un batterio che se trascurato può essere micidiale o comunque lasciare danni irreversibili.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...