Attacchi di panico: cosa fare per evitare pericoli
Attacchi di panico: cosa fare per evitare pericoli
Salute

Attacchi di panico: cosa fare per evitare pericoli

Attacchi di panico? Ecco i rimedi giusti per prevenire e gestire le situazioni di terrore che possono cogliere all’improvviso durante un viaggio in aereo, auto e bus

Attacchi di panico? Ecco i rimedi giusti per prevenire e gestire le situazioni di terrore che possono cogliere all’improvviso durante un viaggio in aereo, auto e bus

Attacchi di panico: cosa sono

Il disturbo degli attacchi di panico o delle crisi d’ansia sono un problema che colpisce molte persone; si tratta di episodi di intensa paura o di ansia che coglie all’improvviso, i cui motivi e cause possono essere differenti. Spesso, gli attacchi di paura sono accompagnati da sintomi evidenti e palesi: palpitazioni, accelerazione battito cardiaco, sudorazione improvvisa, tremore, freddo o caldo, sensazione di soffocamento, dolore al petto, nausea, vertigini, paura di morire etc.
Un singolo episodio di attacco di panico non deve essere mai sottovalutato: si tratta di un inizio di una serie di disturbo di panico che possono portare la persona a vivere una situazione di crisi e di difficoltà di relazionalità sociale.

Attacchi di panico in Aereo: cosa fare

Per chi deve prendere un volo in aereo, uno dei problemi che può manifestarsi all’improvviso è quello di essere colti da crisi di panico e di paura: l’importante è stare calmi.

Facile a dirsi, difficile a farsi: secondo stime recenti, circa il 35% degli italiani manifesta “disagio” in relazione ai viaggi in aereo e soffre di aviofobia. La paura di volare in aereo si può manifestare in diverse modalità, dalla semplice “preoccupazione” fino a veri e propri stati di panico, di brividi, tremori, nausea e vomito.
Per combattere l’aviofobia, occorre smettere di fissarsi e di pensare che l’aereo possa cadere o ci potrebbe essere qualche disturbo che cagiona problemi durante il viaggio. Respirare profondamente, applicare le tecniche di distrazione cognitiva mediante le quali è possibile leggere giornali, sentire la musica e praticare ogni forma di distrazione, praticare il rilassamento muscolare e prendere dei calmanti prima di prendere l’aereo.

Attacchi di panico in Auto: cosa fare

Per chi deve percorrere con la propria automobile chilometri di strada o di autostrada può accusare, durante il viaggio, problemi di crisi d’ansia e di stati di panico che possono cogliere all’improvviso sia il soggetto passeggero che il conducente.

La psicologia cognitiva ci può essere di fondamentale ausilio per gestire gli stati di panico e di terrore; ecco cosa fare: non sdraiarsi, fermare l’auto e prendere aria fresa, cercarsi di distrarre guardando fuori dal finestrino, non leggete e non guardate i cellulari, respirare intensamente, eseguire esercizi di rilassamento muscolare, mettersi comodi, non consumare bevande o cibi liquidi, preferire sempre i cibi “solidi”.

Attacchi di panico sul Bus: cosa fare per evitarli

Se soffrite di sintomi di claustrofobia dovuti allo stare in bus affollato di persone, con gente che vi passa in continuazione dietro le spalle, vi urta, vi spinge e di disturba in continuazione, ecco che occorre autocontrollarsi. Stare calmi, gestire la situazione guardando fuori dai finestrini o fare finta di essere da soli sul bus: la capacità di auto-isolamento è un buon rimedio per gestire la difficile situazione di panico e di crisi d’ansia. Se cercate di fare tutto questo e non riuscite, proprio, a calmierarvi allora scendete subito dal bus e prendete una boccata d’aria, rilassatevi un attimo per la strada e proseguite il percorso a piedi per qualche metro fino a quando non vi sarete del tutto pacificati.

Riprendete il bus se dovete percorrere troppi chilometri!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche