×

Attacco terroristico a Gerusalemme contro gli agenti: morti il killer ed un poliziotto

Attacco terroristico a Gerusalemme contro gli agenti: morti il killer armato di fucile e coltello ed un poliziotto in un settore della Città Vecchia

La scena dell'uccisione del terrorista palestinese

Attacco terroristico in Israele nella Città Vecchia di Gerusalemme contro alcuni agenti: sono morti il killer, freddato dalla risposta del personale di polizia militare ed un poliziotto, centrato da un colpo del fucile d’assalto che il terrorista aveva con sé.

Il bilancio non ufficiale del grave episodio di sangue è dunque di due morti incluso l’autore e quatto feriti, tutto questo dopo il raid di un affiliato ad Hamas che si era travestito da ebreo ortodosso. L’autore dell’attacco è stato identificato come un 42enne residente di un campo profughi di  Shuafath e il suo nome sarebbe  Fadi Abu Shedam

Attacco terroristico a Gerusalemme, ucciso il palestinese Fadi Abu Shedam che a sua volta ammazza un agente

Ha spiegato ai cronisti il ministro israeliano per la sicurezza interna Omer Bar-Lev: “Era un seguace di Hamas. A quanto pare era attivo in particolare in un movimento di sostegno alla moschea al-Aqsa”. Accanto al cadavere del terrorista sono stati trovati un fucile automatico Gustav e un coltello. Della nazionalità dell’aggressore all’inizio si sapeva poco.

Il trucco usato dall’autore dell’attacco terroristico a Gerusalemme per dissimulare le sue intenzioni

L’uomo si era infatti travestito da ebreo ortodosso per meglio dissimulare le sue intenzioni, ma dopo che aveva aperto il fuoco e pare ucciso due civili oltre al militare (ma la notizia non è ancora confermata) è stato a sua volta ucciso dalle forze dell’ordine: il terrorista era stato “neutralizzato” dai Galil delle forze di sicurezza Israeliane ed uno degli agenti è stato ufficialmente dichiarato deceduto dopo il ricovero.

Le rivendicazioni di Hamas e Jiadh sull’attacco terroristico a Gerusalemme e le parole del premier Bennet

Poco dopo l’assalto c’era stata una prima rivendicazione ad opera del portavoce di Hamas Hazem Qassem: “L’attacco armato condotto oggi a Gerusalemme contro agenti della Guardia di frontiera israeliana è un gesto eroico”. Poi la rivendicazione due della Jihad islamica, per cui questo secondo attacco in pochi giorni avrebbe sostanza nel “moltiplicarsi degli episodi di terrorismo da parte dei coloni e dei soldati israeliani in Cisgiordania e le demolizioni di case palestinesi a Gerusalemme”. La Spianata è stata chiusa alle visite degli ebrei. Dal canto suo  il premier Naftali Bennett in apertura della seduta di governo a Gerusalemme ha detto: “Questa mattina c’è stato un grave attacco a colpi di arma da fuoco a Gerusalemme. Una persona è morta e altre 3 sono state ferite, c’è stata una pronta risposta da parte delle forze di sicurezza che hanno neutralizzato il terrorista”. 

Contents.media
Ultima ora