×

Barca a vela si rovescia, lo skipper sopravvive per 16 ore sotto lo scafo

Una barca a vela si rovescia al largo della Galizia e lo skipper sopravvive per 16 ore sotto lo scafo dopo aver approfittato di una bolla d'aria

Laurent Camprubi

La sua barca a vela si rovescia nell’oceano Atlantico e uno skipper sopravvive per 16 ore sotto lo scafo: naufragio e disavventura con lieto fine per il 62enne di origine francese Laurent Camprubi. Secondo quanto riportato dai media l’uomo, dopo essere salpato da Lisbona, era a bordo del natante a circa 14 miglia dalle isole Sisargas, al largo della Galizia nord-occidentale quando poco dopo le 20 di lunedì primo luglio dalla radio della sua Jeanne Solo Sailor era partito un segnale di soccorso. 

Naufragio, skipper sopravvive sotto lo scafo

Ma cosa era accaduto? Che il mare grosso aveva investito la barca di traverso e l’aveva fatta straorzare e ribaltare giusto mentre Camprubi era sottocoperta. Nello stanzino in cui il 62enne era intrappolato si era formata una bolla d’aria che gli ha permesso di lanciare l’sos e di indossare la muta in neoprene che essendo isotermica gli ha impedito la morte per ipotermia. Dopo circa 16 ore in mezzo ai marosi i soccorritori sono giunti sul posto e non senza qualche difficoltà severa sono partite le operazioni di salvataggio definite “al limite dell’impossibile”

I colpi da sotto la chiglia e il salvataggio

Ad operare una nave da soccorso e tre elicotteri, uno dei quali si è calato sullo scafo rovesciato ed ha udito i colpi di Camprubi da sotto la chiglia. La Guardia Costiera ha fissato dei palloni di galleggiamento al natante rovesciato e dopo alcune ore lo skipper è stato tratto in salvo. Sulla sua pagina Facebook  Camprubi ha scritto: “La vita è bella, sto bene, ieri abbiamo rimesso a galla la barca con Edgard e abbiamo analizzato con l’esperto cosa è successo.

Oggi andrò a trovare i miei cari. Grazie a tutti”.

Contents.media
Ultima ora