×

Come ammorbidire la pasta di mandorle

Cosa fare se la nostra pasta di mandorle avanzata si indurisce? Nessun problema, ammorbidirla è semplicissimo. Ecco come fare.

pasta di mandorle

La pasta di mandorle è un preparato che si usa spesso per decorare torte e pasticcini, ma che può anche essere usato come base per preparare dolci, biscotti e vari dessert. Il luogo d’origine della pasta di mandorle è, ovviamente, la Sicilia, patria dei tipici biscotti alla pasta di mandorle con la ciliegia.

Farla in casa è semplicissimo, sebbene venga venduta anche già pronta in moltissimi alimentari e supermercati. Volete sapere come? Ecco la ricetta.

Ricetta della pasta di mandorle

Vi avvisiamo, la pasta di mandorle non è un dolce particolarmente dietetico. Tutto ciò che vi occorrerà saranno 800 grammi di mandorle, 800 grammi di zucchero e 300 ml di acqua.

  • Se non avete comprato mandorle già pelate, mettete la vostra frutta secca in acqua bollente per un minuto, scolatela e togliete la pelle aiutandovi con un panno.
  • Nel frattempo, mette l’acqua in una pentola sul fuoco e aggiungete lo zucchero. Non dimenticatevi di mescolare continuamente per far sciogliere il tutto senza che si attacchi.
  • Tritate le mandorle fino a che non avrete ottenuto una polvere e aggiungetele all’acqua zuccherata. Mescolate fino a che il composto non sarà denso.
  • Togliete dal fuoco e stendete la pasta ottenuta su un panno umido. Lasciate raffreddare.
  • Quando il composto non è più caldo spostatelo in frigo per qualche ora.

    Voilà, la pasta di mandarle è pronta all’uso!

La consistenza ideale della pasta di mandorle è solida ma flessibile. Se ne avete fatta in quantità esagerata, non vi preoccupate. Potete riutilizzarla in un secondo momento. Avvolgetela in un panno e mettetela nel freezer in modo che non si secchi. In questo modo potrete utilizzarla anche in seguito. Se quando la tirate fuori notate che ha perso la giusta consistenza, vi basterà ammorbidirla un po’.

Ecco cosa dovete fare.

Ammorbidire la pasta di mandorle

Capita, in alcuni casi, che la pasta di mandorle si indurisca col tempo e diventi, di conseguenza, difficile da stendere e utilizzare. Non c’è alcun problema, ammorbidirla è molto semplice. Ecco cosa dovete fare.

  • Mettete la pasta di mandorle che vi è rimasta in una pentola con 1 o 2 cucchiaini di acqua per circa 500 grammi di pasta, e coprite con un coperchio.
  • Mettete la pentola nel forno a microonde per tre minuti a bassa temperatura. Tirate fuori la pentola e testate la consistenza della pasta di mandorle. Se si rompe quando la premete, aggiungete un altro cucchiaino di acqua e fate dei fori nella pasta con una forchetta.
  • Rimettete nel forno per qualche altro minuto. Continuate a scaldare la pasta a intervalli di tre minuti fino a che si ammorbidisce.
  • Rimuovete la pasta di mandorle dal microonde, togliete il coperchio e impastate leggermente la pasta per incorporare le gocce di acqua rimaste.

Ora che la pasta è tornata della sua consistenza potete utilizzarla per decorare torte e cupcake o per creare i tipici biscotti della tradizione siciliana.

Direttamente su amazon è possibile acquistare direttamente la pasta di mandorla tradizionale direttamente dalla Sicilia.

Contents.media
Ultima ora