> > Crisi energetica, Mario Draghi all'UE: "Dobbiamo lavorare insieme"

Crisi energetica, Mario Draghi all'UE: "Dobbiamo lavorare insieme"

Mario Draghi

Mario Draghi chiede all'UE di lavorare insieme per non perdere l'unità comunitaria. La crisi energetica è già una priorità per il nuovo governo.

Il premier dimissionario Mario Draghi è intervenuto ad un evento istituzionale dell’Unione Europea ed ha affermato che è necessaria una risposta comunitaria in merito alla crisi energetica.

Crisi energetica, Mario Draghi all’UE: “Dobbiamo lavorare insieme”

L’evento si è tenuto in Repubblica Ceca ed è stato organizzato a Praga dalla Comunità politica europea. In quest’occasione il nostro presidente del Consiglio dei Ministri che è prossimo a passare la campanella al nuovo esecutivo ha dichiarato che “Dobbiamo lavorare insieme per affrontare la crisi energetica. Possiamo anche farlo in ordine sparso ma perderemmo l’unità europea“.

Crisi energetica e caro bollette saranno la priorità anche per il prossimo governo

L’intervento è stato necessario dopo che si è discusso a lungo sulla misura del Price-Cap, ossia il tetto al prezzo di gas, energia e petrolio. Misure comunitarie sono necessarie per tenere a bada l’aumento dei prezzi e l’infalzione, entrambi i fenomeni scatenati da quando la Federazione Russa ha invaso l’Ucraina. Il tema della crisi energetica è già centrale e prioritario anche per il governo che a breve dovrà insediarsi in Italia.

Si pensa già ad un nuovo decreto per cui dovrebbero essere investiti 25 miliardi.

LEGGI ANCHE: Pnrr, Mario Draghi alla Direzione Nazionale Antimafia: “Politica sia unita in lotta alle mafie”