> > Giorgia Meloni, le proposte economiche del programma elettorale di Fratelli d...

Giorgia Meloni, le proposte economiche del programma elettorale di Fratelli d'Italia: tutti i punti

Giorgia Meloni

Tutte le proposte economiche di Fratelli d'Italia, partito guidato da Giorgia Meloni, dalla flat tax al reddito di cittadinanza.

Giorgia Meloni e il suo partito Fratelli d’Italia stanno già lavorando a diverse proposte economiche.

Scopriamo tutti i punti del programma della leader, dalla flat tax al reddito di cittadinanza.

Giorgia Meloni, le proposte economiche del programma elettorale di Fratelli d’Italia

La coalizione di centro destra, capitanata da Giorgia Meloni, è pronta per la formazione del nuovo governo, che ha diverse misure socio-economiche alla base del suo programma, come flat tax, abbattimento del costo del lavoro, sostegno alle imprese e alle famiglie e abolizione del reddito di cittadinanza.

Silvio Berlusconi, inoltre, ha promesso l’innalzamento delle pensioni a 1000 euro. Si tratta di obiettivi molto ambiziosi, che lasciano perplessi diversi economisti, per via dell’impatto economico che potrebbero avere.

Le proposte di Giorgia Meloni: dalla famiglia alla casa

Per quanto riguarda la famiglia le proposte sono:

  • Introduzione del quoziente familiare, sistema di tassazione che tenga conto dei componenti;
  • Aumento degli importi per l’assegno unico e universale, fino a 300 euro per il primo anno di ogni figlio e 260 euro dal secondo anno fino ai 18;
  • Riduzione dell’aliquota iva sui prodotti per la prima infanzia;
  • Sostegno alle famiglie con disabili;
  • Sostegno ai comuni per assicurare asili gratuiti e più aperti;
  • Promozione di nidi aziendali, condominiali e familiari;
  • Aumento della quota deducibile dalle tasse per le spese per badanti e collaboratori domestici;
  • Rafforzamento dei congedi parentali e di maternità.

I punti che riguardano le donne sono:

  • Incentivi alle aziende che assumono neomamme e favoriscono la conciliazione dei tempi casa-lavoro;
  • Campagne di informazione sulla fertilità:
  • Applicazione della legge 194 del 1978 sull’interruzione volontaria della gravidanza;
  • Fondo per aiutare donne soloe e in difficoltà a portare a termine la gravidanza.

Per quanto riguarda l’acquisto della prima casa il programma parla di maggiori risorse al fondo di garanzia per giovani coppie e di zero tasse sui prima 100mila euro.

Le proposte di Giorgia Meloni: Pnrr e Flat tax

Per quanto riguarda il Pnrr, Giorgia Meloni si sofferma sul “mirato aggiornamento alla luce della crisi scaturita dal conflitto in Ucraina e dell’aumento dei prezzi delle materie prime“, proponendo di “rimodulare le risorse interamente italiane del ‘fondo complementare’ e, per le risorse europee, di proporre alla Commissione di operare modifiche specifiche nei limiti di quanto stabiliti nell’art.21 del regolamento europeo sul Next Generation Eu“.

Per quanto riguarda la flat tax, il nuovo governo promette un’estensione per le partite iva per redditi fino a 100mila euro e l’introduzione sull’incremento di reddito sulle annualità precedenti. La tassa piatta dovrebbe attestarsi al 23%, secondo quanto spiegato da Berlusconi. Dovrebbe essere accompagnata da una norma che esenti i redditi fino a 13mila euro.

Imprese e lavoro

Il governo Meloni punta a incentivare la rilocalizzazione delle attività produttive in Italia, contrastare la concorrenza sleale, razionalizzare il sistema degli incentivi alle imprese, rendere strutturali incentivi e crediti d’imposta per investimenti tecnologici, favorire la crescita delle piccole e medie imprese, creare una vetrina online per prodotti Made in Italia e promuovere il marchio.

Per quanto riguarda il lavoro ci sono tante promesse, tra cui, il taglio strutturale del cuneo fiscale, l’accorpamento delle agevolazioni in materia di assunzioni, l’introduzione di una deduzione del costo del lavoro per le imprese che incrementano l’occupazione, l’introduzione di un meccanismo fiscale per premiare le aziende ad alta intensità di lavoro, l’uso dei fondi europeri per il sostegno all’occupazione dei soggetti deboli e il contrasto al divario retributivo di genere. Il governo vuole anche promuovere l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro, rilanciando apprendistato e tirocini, potenziando il sistema dei corsi post diploma, incentivando le aziende che assumono i ragazzi, promettendo zero tasse per i primi tre anni per gli under 30 che si mettono in proprio.

Giorgia Meloni, le misure sociali e l’ambiente

Il programma di Giorgia Meloni prevede l’abolizione del reddito di cittadinanza, a favore dell’introduzione di un nuovo strumento per tutelare i soggetti senza reddito, fragili e impossibilitati a lavorare. Si parla anche di innalzamento delle pensioni, di accesso facilitato alla pensione e dell’opzione donna. Per quanto riguarda l’ambiente, il nuovo governo vuole aggiornare il piano nazionale di adattamento ai cambiamenti climatici, combattere siccità e inquinamento, piantare alberi, rafforzare il trasporto pubblico, sostituire i prodotti inquinanti con altri biodegradabili, inasprire le pene per i reati contro gli animali, istituire un’unità di crisi su energia e caro bollette, sostenere le famiglie con interventi mirati, introdurre “utenze di sussistenza” per situazioni di difficoltà economica, creare nuovi gasdotti, investire per la realizzazione di impianti per la produzione di energia da fonti pulite e sicure e sviluppare smart cities.