×

Governo pronto ad aumentare le sanzioni alla Russia, ma devono essere “sostenibili”

Il governo guidato da Mario Draghi sarebbe pronto ad aumentare le sanzioni alla Russia, ma devono essere “sostenibili” specie in ambito energetico

Il sottosegretario Amendola

Il governo Draghi è pronto ad aumentare le sanzioni alla Russia che ha attaccato l’Ucraina, ma devono essere “sostenibili”, lo ha detto il sottosegretario per gli Affari europei Vincenzo Amendola a due commissioni, quelle degli Affari esteri e delle Politiche Ue.

Il viceministro era chiamato a tracciare un bilancio del Consiglio europeo di fine giugno e dei temi principali sul tavolo dei leader europei.

Governo pronto ad aumentare le sanzioni alla Russia

Ha spiegato Amendola: “L’Italia è pronta ad aumentare la pressione su Mosca, a condizione che vi sia l’impegno a garantire la sostenibilità delle misure restrittive mitigandone l’impatto negativo”. Insomma, il nodo è che che l’Esecutivo vuole stringere la morsa su Mosca ma senza far pagare troppo pegno a Roma.

La sostenibilità specie in ambito energetico

E il tema della sostenibilità delle sanzioni è nevralgico in particolare nel contesto del mercato energetico. Amendola, che ha illustreto anche le iniziative dell’esecutivo in favore di Kiev, ha ribadito che serve un tetto al prezzo del gas, misura su cui l’Italia e Mario Draghi in particolare premono da settimane. Ha chiosato Amendola: “Si tratta di una manovra politicamente ed economicamente saggia, le regole del mercato energetico non sono più all’altezza di una competizione extra-Ue”.

Contents.media
Ultima ora