I 4 trattamenti più efficaci per l'onicomicosi
I 4 trattamenti più efficaci per l’onicomicosi
Salute

I 4 trattamenti più efficaci per l’onicomicosi

Le unghie e l'onicomicosi. Uno dei rapporti più difficili che il nostro corpo deve affrontare. Nei fatti la stessa parola, derivante dal greco, dice tutto. Ecco come curarla

Le unghie e l’onicomicosi. Uno dei rapporti più difficili che il nostro corpo deve affrontare. Nei fatti la stessa parola, derivante dal greco, dice tutto. Si tratta di un fungo (che ritroviamo nella parola “mico”, basti pensare alla parola italiana “micologia” e derivati) che attacca le unghie e ne provoca spesso non solo degli evidenti problemi a livello estetico, ma le corrode fin quasi a farle cadere. Andiamo meglio a scoprire cos’è e come poter curare le unghie che soffrono di questo problema.

Onicomicosi: cos’è

L’onicomicosi è una alterazione della lamina uguale derivante dall’azione di funghi patogeni. In alcuni casi anche alcune muffe e lieviti possono esserne la causa. Per una corretta diagnosi bisogna effettuare l’esame colturale e microscopico. La patologia infatti, può essere facilmente confusa con altre malattie (ad es. onicodistrofie post-traumatiche o da chemioterapici, psoriasi, psoriasi artropatica, ecc).

Per essere più precisi si distinguono in: 1. Onicomicosi da dermatofiti, più frequenti ai piedi; 2.

Onicomicosi da lieviti (Candida albicans), più frequenti alle mani. Secondo la letteratura medica, l’onicomicosi è causa di patologia ungueale nello 0,44% della popolazione tra i 17-27 anni; nel 15% della popolazione tra i 64-98 anni; nel 50% dopo i 40 anni. Quindi è una patologia molto frequente nelle persone anziane, anche se da qualche anno si è verificata una notevole riduzione dell’età di insorgenza.

La causa sembrerebbe imputabile alla maggiore diffusione dell’attività sportiva con casi di onicomicosi anche in soggetti sotto i 30 anni e ad errate pratiche igieniche personali . Alla base di questo tipo di onicomicosi, in realtà, si riconoscono fattori di carattere ereditario. Su questi fattori concorrono numerosi agenti di rischio quali: età, patologie concomitanti (es. diabete mellito), traumatismi, immunodepressione (AIDS, farmaci), clima caldo umido, uso prolungato di calzature antinfortunistiche e sportive, frequentazione di locali per fitness, piscine e saune.

Forme di onicomicosi

L’onicomicosi può manifestarsi in diversi modi.

Possiamo trovare quello subungueale disto-laterale, che è la forma più frequente, in cui l’unghia si presenta opaca, inspessita, con accumulo di sedimenti giallastri; l’onicomicosi prossimale, in cui l’infezione, sempre subungueale, ha origine a livello della matrice. Poco frequente, può verificarsi a mani e piedi ed è tipica dei soggetti immunodepressi; l’onicomicosi bianca superficiale (WSO), dove la superficie dell’unghia si presenta biancastra e ruvida, perché la colonizzazione è superficiale; l’onicomicosi totale distrofica, quando l’infezione interessa l’intera unghia, che si indebolisce e si deforma.

Sintomi

Fra i sintomi sono riconoscibili lo sfaldamento dell’unghia, che diviene friabile a livello distale, il suo ispessimento ipercheratosico (pachionichia) e il contemporaneo indebolimento. L’unghia appare biancastra o giallo-verdastra, distaccata dal letto ungueale nella porzione distale o laterale. Tipica la presenza di detriti maleodoranti che si sfaldano dallo spazio subungueale. Se l’onicomicosi è in fase avanzata, si possono accusare dolori alla digitopressione e/o spontanei a causa della deformità indotta dall’infezione.

Terapia

In questi casi si prescrivono antimicoticotici sistemici per os e/o antimicotici topici (lacche ungueali) per un periodo abbastanza lungo, anche 4-6 mesi.

Di fatto, questi farmaci, uccidendo le ife fungine, facilitano la ricrescita dell’unghia sana che si sostituisce a quella malata. La terapia contro l’onicomicosi non termina però con la sola assunzione del farmaco. Bisogna infatti prestare molta attenzione alle eventuali recidive e associare il farmaco orale con prodotti antifungini ad uso topico. Infine anche l’innovativa terapia laser (Nd:Yag) può essere un valido ausilio contro l’onicomicosi, soprattutto nelle forme resistenti ai farmaci o nei pazienti che, a causa di malattie associate, non ne possono assumere.

Migliori prodotti

Per fortuna in rete ci sono molti prodotti per risolvere questo problema e altri problemi del piede. Vediamo le 4 soluzioni più efficaci disponibili.

Valgus

valgustop

I due tutori che Valgus 2 in 1 offre, Valgustop e Valgustep, agiscono durante tutta la giornata per risolvere il problema. Uno, Valgustep, viene indossato di giorno, introducendolo nella scarpa prima di inserire il piede. Valgustep riduce la frizione prodotta mentre si cammina che crea ovviamente dolore e disagio.

L’altro, Valgustop, è un tutore da indossare la notte, per riportare il dito del piede nella sua posizione naturale in modo delicato, eliminando così la deformazione.

L’azione combinata di questi due prodotti riduce in modo istantaneo il disagio che quotidianamente l’alluce valgo crea e contrasta il dolore in modo efficace.

Infine, correggendo la posizione dell’alluce, Valgustop e Valgustep prevengono l’infiammazione e impediscono che questa si ripresenti nuovamente in futuro. Valgus 2 in 1 cura sia la causa che le conseguenze dell’alluce valgo in modo mirato e efficiente, per eliminare il dolore una volta per tutte.

I tutori Valgustop e Valgustep sono in silicone. L’uso di questo materiale permette un perfetto adattamento all’anatomia del piede, facendo sì che il tutore risulti impercettibile e che non alteri il normale svolgimento della giornata di chi lo indossa.

Perché Acquistare Valgus 2 In 1

In un piede normale, le dita si presentano come parallele tra loro. Il piede può svolgere le sue funzioni in modo ottimale. Con l’alluce valgo invece l’osso dell’alluce si sposta verso l’esterno, fino alla formazione di calcificazioni ossee negli stadi più avanzati. Questo ovviamente non permette il normale svolgimento delle funzioni che il piede dovrebbe compiere. Valgustep e Valgustop sono due prodotti che agiscono in un’azione combinata, dando immediato sollievo, ma anche curando le cause del dolore, per impedire che questo si ripresenti in futuro.

Valgustep e Valgustop (Toe PRO) permettono il riallineamento del dito del piede in modo da impedire una successiva degenerazione dell’alluce valgo già presente e da contrastare la situazione attuale, ripristinando il normale assetto del piede.

Valgus 2 in 1 è la migliore opzione per chi soffre di alluce valgo, senza dover ricorrere a interventi di chirurgia o all’uso di fasce ortopediche, che spesso non danno i risultati sperati. L’uso di olii e creme e i massaggi sono inutili quando si usano già Valgustop e Valgustep, che garantiranno risultati migliori.

Fresh Finger

fresh-fingers

C’è un farmaco che nel giro di qualche giorno dà una prospettiva di sollievo fino all’eliminazione del fungo del piede e dell’unghia.

Il prodotto adeguato a cui ci si riferisce è Fresh Fingers, un rimedio che funziona a livello naturale ed è stato dimostrato raggiungere ottimi risultati.

Abbiamo quindi dato un’occhiata ed esaminato Fresh Fingers ancora più da vicino per capire l’efficacia che implica, come viene applicato e quali caratteristiche specifiche si possono identificare.

Tutto è raccolto in questa semplice relazione, che è stata scritta in modo che anche i non esperti ne possano giovare.

Risultati

I risultati che si possono ottenere con Fresh Fingers sono eccellenti. Il farmaco funziona dove è necessario a partire dalla prima applicazione. Se si rispettano tutte le istruzioni e si applica regolarmente, si possono rapidamente raggiungere i primi risultati. Nonostante ciò si deve sempre avere la pazienza di essere costante dato che il fungo del piede non può essere eliminato dall’oggi al domani.

Funziona

Se Fresh Fingers funziona davvero? Si può rispondere molto rapidamente: Sì, funziona. È davvero eccellente. Anche se suona sempre come per pubblicizzare un prodotto, possiamo aggiungere che i successi di questo rimedio sono molto buoni sulla base delle esperienze personali.

Un’infestazione fungina è una malattia molto noiosa e talvolta dolorosa. Chiunque ne sia stato affetto, sa esattamente quali limitazioni sono associate ad essa. Molti rimedi alleviano i sintomi semplicemente sul momento, ma non garantiscono di eliminare il fungo a lungo termine.

Con Fresh Fingers questo è diverso. Si effettua un trattamento olistico che assicura non solo un immediato miglioramento dei sintomi, ma che garantisce anche risultati a lungo termine.

Come può essere ordinato?

Attualmente, Fresh Fingers non è ancora disponibile in farmacia e non si può trovare neanche nelle Drogerie o per corrispondenza. Pertanto, deve essere ordinato nel negozio online del fornitore.

Ma niente panico: il negozio online è disponibile nella tua lingua, quindi non ci dovrebbero essere problemi di comunicazione e di comprensione. Inoltre attualmente si ottiene il 50% di sconto sull’ordine! L’ordine su Internet è possibile in qualsiasi momento. L’invio del farmaco è effettuato tempestivamente.

Footfix

footfix

FootFix è un’efficace alternativa all’intervento chirurgico. Quest’ultimo ha costi molto alti e causa lunghi periodi di convalescenza. Inoltre non è sempre definitivo: spesso, dopo appena 6 mesi, si è costretti a tornare sul tavolo operatorio.

Questo tutore in silicone permette di dire addio a strumenti chirurgici e sale operatorie. E’ una soluzione definitiva ma naturale, grazie alla quale potrai guarire in tempi brevi senza fastidi o periodi di convalescenza.

Come funziona?

L’efficacia di FootFix ha valore sul breve e sul lungo periodo.

  • Elimina il dolore e l’infiammazione fin da subito
  • Corregge in modo definitivo l’onicomicosi in 3-6 mesi

Dopo appena 12 settimane il piede sarà tornato ad essere sano e bello come quello di un tempo. Risolve inoltre il problema dei piedi piatti.

Footmate

footmate

FootMate fa sì che l’alluce rimanga nella posizione corretta, in modo sicuro senza causare dolore o sensazioni sgradevoli. In questo modo Foot Mate agisce sulla causa della comparsa della sporgenza ossea fino a contrastarne gli effetti. FootMate non limita i movimenti e agisce efficacemente su diversi punti del piede laddove si riscontrano le cause della deformazione dell’alluce.

FootMate è un dispositivo realizzato in silicone, così che sia possibile indossarlo con qualsiasi tipo di calzatura. È possibile indossare Foot Mate durante tutto il corso della giornata mentre si svolgono le normali attività quotidiane. La particolarità di questo separatore è che aderisce solo all’alluce, quindi non limita il movimento del piede quando si cammina. Foot Mate protegge dai calli e dal dolore ai piedi alla fine della giornata.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Modestino Picariello 756 Articoli
Giornalista e insegnante, amo poter raccontare la realtà in maniera chiara e semplice. Il più grande potere è nella conoscenza
Contact: Google+