×

Ilaria Cucchi candidata: “Mio fratello è diventato simbolo di giustizia”

La candidata di Ilaria Cucchi ha rilasciato un’intervista durante la quale ha rivendicato il ruolo di “simbolo di giustizia” del fratello Stefano.

Ilaria cucchi candidata
La sorella di Stefano, Ilaria Cucchi, durante l'udienza del processo sulla morte di Stefano Cucchi, presso l'Aula bunker di Rebibbia, Roma, 03 luglio 2019. ANSA/ANGELO CARCONI

Ilaria Cucchi, candidata alle prossime elezioni con Sinistra Italiana, ha rivendicato il modo in cui suo fratello Stefano è diventato un simbolo di giustizia in Italia.

Ilaria Cucchi candidata di Sinistra Italiana alle elezioni

In occasione di un’intervista rilasciata a Fanpage.it, Ilaria Cucchi ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla sua decisione di candidarsi con Sinistra Italiana.

La sorella di Stefano Cucchi ha detto: “Mi candido con Sinistra e Verdi perché condividiamo un percorso, condividiamo delle battaglie, delle idee importanti che si rivolgono a tutti i cittadini, a partire dagli ultimi. Ho deciso di intraprendere questa battaglia per un motivo molto semplice, perché una battaglia l’ho già fatta. E ho vinto. Ma quella battaglia non deve essere finita lì, non deve essere fine a sé stessa – e ha aggiunto –.

Tutto quello che abbiamo fatto lo abbiamo fatto per Stefano, ma non solo per Stefano. Mio fratello è diventato un simbolo di giustizia negata e dovrà diventare la voce di tutti coloro che quotidianamente in diverse situazioni vedono violati i propri diritti”.

Ai microfoni di Fanpage.it, poi, ha ribadito che lotterà affinché i diritti tutti vengano sempre garantiti: “Lo farò a partire dalle carceri, che sono realtà terribili. Ma mi batterò anche per il diritto alla sanità, al lavoro, all’istruzione e alla giustizia, che molto spesso non viene garantito”.

Lo spettro del Governo di centrodestra in Italia

Soffermandosi sul tema della giustizia, Ilaria Cucchi ha affermato che “non è davvero giusta, non è davvero uguale per tutti, ma oggi è tale solo per chi se la può permettere”.

Commentando la possibilità che l’Italia venga guidata da un Governo di centrodestra, invece, la candidata di Sinistra Italiana si è detta convinta che “andiamo incontro ad anni terribili, dove la cultura per il rispetto per i diritti umani non verrà contemplato, lo vediamo già da tante dichiarazioni e prese di posizione, ma anche dal linguaggio usato”.

E ancora: “Ricevo quotidianamente attacchi dai leoni da tastiera, che il 99% delle volte vengono proprio da quello schieramento politico”.

Ilaria Cucchi candidata: “Mio fratello è diventato simbolo di giustizia”

Alle accuse di chi le imputa di strumentalizzare quanto accaduto al fratello Stefano Cucchi, infine, ha risposto: “La mia storia fa paura, me ne rendo sempre più conto, perché sono stata quella che a testa alta nella verità e nel rispetto ha sfidato le istituzioni fino a costringerle ad ammettere che Stefano Cucchi era stato ucciso. Mi verrà detto che strumentalizzo mio fratello, ma in fondo mi viene detto da 13 anni. Ma sapete che dico? Io l’ho strumentalizzato Stefano e continuerò a farlo, perché la sua storia deve diventare un bagaglio collettivo. Non solo un monito, deve rappresentare la voce di tutti”.

Contents.media
Ultima ora