> > Lite Berlusconi-La Russa, cosa c'è scritto negli appunti che leggeva il Cava...

Lite Berlusconi-La Russa, cosa c'è scritto negli appunti che leggeva il Cavaliere

Berlusconi La Russa

Cosa c'era scritto negli appunti che Berlusconi rileggeva prima di discutere con La Russa? A svelarne il contenuto, la "zoomata" del tg di Mentana

Durante la diretta del suo tg, Enrico Mentana ha svelato i nomi dei Ministri indicati da Silvio Berlusconi con una “zoomata” sugli appunti che il Presidente di Forza Italia ha guardato più volte prima della discussione con La Russa

Berlusconi – La Russa, il “vaffa” virale sui social

La breve ma significativa discussione – con tanto di penna sbattuta sul tavolo e quello che appare un chiaro “vaffa” – tra Berlusconi e La Russa nell’ambito delle votazioni per il Presidente del Senato, ha chiaramente tenuto banco sui media nazionali e sui social.

Ricostruito dai vari media il motivo del diverbio – ossia le richieste non soddisfate su alcuni ministeri per Forza Italia – in un secondo momento l’attenzione si è rivolta verso quegli appunti che Berlusconi ha continuato a guardare più volte, durante le operazioni di voto.

La “zoomata” di Mentana

Cosa c’era scritto su quel foglio inserito in una cartellina che il Presidente di Forza Italia fissava con il volto teso? A svelare il contenuto degli appunti scritti a penna, ha pensato in diretta tv Enrico Mentana.

Nella sua ricostruzione andata in onda ieri sera infatti, dopo una precisa “zoomata” sugli appunti, il direttore del TG LA7 ha svelato i nomi dei ministri indicati da Berlusconi:

“Berlusconi apre la cartellina e dentro ha un foglio in cui ci sono i ministeri desiderati di Forza Italia. Le richieste sono molto precise, scritte a macchina, quindi sono i desiderata che sono sati presentati anche nel confronto con gli alleati e con Giorgia Meloni“, afferma Mentana in diretta su La7.

I nomi dei Ministri scritti negli appunti

Ed ecco dunque i nomi:

Agli Esteri Antonio Tajani, alla Giustizia Maria Elisabetta Casellati, all’Università Anna Maria Bernini, alle Politiche europee Licia Ronzulli, alla Pubblica Amministrazione Maurizio Gasparri, “Altro Ministero” ad Alessandro Cattaneo al quale Berlsuconi affianca in alternativa quello dell’ambiente e della Transizione Ecologica, al Turismo, Licia Ronzulli. Il suo nome figura anche affiancato alla voce “Rapporti con il Parlamento”. Risulta infine il nome di Alberto Barachini come Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio (con delega all’Editoria).

Situazione in evoluzione

Risulta evidente come molte delle richieste del Presidente di Forza Italia, almeno da quanto riferiscono le indiscrezioni del toto-ministri, sono state disattese dalla Meloni. Quanto tutto questo inciderà – compresa la mancata votazione di Forza Italia per la Presidenza del Senato di La Russa- sarà presto svelato nelle prossime ore.