×

**Mps: sindaco Siena, 'no a svendite e macelleria sociale, Draghi ci metta mano'**

default featured image 3 1200x900 768x576

Milano, 3 ago. (Adnkronos) – Il premier Mario Draghi deve "mettere mano" nel dossier del Monte dei Paschi perché "la gente non accetterà tutto" e qui "non siamo al supermercato o in pasticceria, dove vendi questo e tieni l'altro". Il sindaco di Siena, Luigi De Mossi, prende una posizione netta sulle prospettiva della banca che ha la sua direzione generale a Siena.

"Non vogliamo una macelleria sociale. Si parla di soluzioni tecniche, ma questa è una partita sociale e politica, non una partita tecnica. Non riguarda solo Siena, ma anche l'Italia e l'Europa. Sono sicuro che una persona straordinaria come Draghi dovrà metterci mano", sottolinea in conferenza stampa.

A noi, ha detto ancora, "interessa il futuro. E' vero che il mondo bancario sta subendo e ha subito una trasformazione simile a quella della grande industria.

Tra questo e rottamare tutto quello che non ci fa più comodo non è accettabile. Vogliamo una soluzione ragionevole, tecnicamente ragionevole, che riporti la politica al centro", spiega il sindaco, che chiederà un'interlocuzione al Governo. "Non è escluso che farò un consiglio comunale monotematico a settembre con istituzioni e parlamentari".

Contents.media
Ultima ora