×

Olimpiadi: pesi, domani in pedana azzurri Ruiu e Zanni

default featured image 3 1200x900 768x576

Tokyo, 24 lug. – (Adnkronos) – L’attesa è finita. Domani, 25 luglio, la pesistica azzurra farà il suo esordio ai Giochi Olimpici di Tokyo con due atleti: alle 8.50 (ora italiana) salirà sulla pedana dell’International Forum, il sardo Davide Ruiu, mentre alle 12.50 sarà la volta del friulano Mirko Zanni.

Il 20enne di Sassari, il più giovane della squadra azzurra di pesistica, gareggerà nel gruppo A nella categoria fino a 61 kg. Davide, che si presenta con un entry total di 296 kg, è l’unico atleta Juniores della competizione, che vede favorito l’indonesiano Eko Yuli Irawan.

Alle 12.50 sarà poi la volta di Mirko Zanni, 23 anni di Pordenone, che arriva all’appuntamento olimpico da vicecampione europeo in carica. Zanni, che si presenta con un entry total di 330 kg, lotterà per una posizione importante.

I suoi avversari più temibili, almeno sulla carta, sono il colombiano Luis Javier Mosquera Lozano (che si presenta con un totale di 340 kg) la cui ultima apparizione internazionale risale ai Campionati Panamericani del 2020, dove si è classificato primo con un totale di 318; il cinese Lijun Chen, detentore del record del mondo di totale con 339 kg; e il giovanissimo turco Muhammed Furkan Ozbek, Campione Europeo in carica con 323 kg, che Mirko ha incontrato pochi mesi fa sulla pedana della competizione continentale.

“Sono in travaglio – dice Mirko Zanni alla vigilia della gara – sono teso e silenzioso come mi succede nelle 24 ore prima di tutte le competizioni. Salirò sulla pedana olimpica concentrato e freddo, come sempre, e cercherò di fare il mio”. Un rispetto delle abitudini che fa ben sperare per il friulano, atleta del CS Esercito, come il suo collega Ruiu, entrambi accompagnati in pedana dal DT Sebastiano Corbu. Più tranquillo Davide, per il quale l’avventura olimpica è già di per sé un gran successo e che salirà sulla pedana con l’obiettivo che ormai sembra essere diventato un mantra positivo per la squadra: “Andiamo a fare quello che dobbiamo fare: dare il massimo”.

Contents.media
Ultima ora