Previsioni meteo venerdì 23 marzo 2018
Cronaca

Previsioni meteo venerdì 23 marzo 2018

Previsioni meteo venerdì 23 marzo 2018

Situazione meteo leggermente diversa tra il nord ed il centro sud. Al settentrione il cielo sarà più sereno mentre nelle altre aree nuvole e piogge.

Previsioni meteo

In questa giornata a ridosso del week end si avrà una situazione di cielo sereno o poco nuvoloso sull’area settentrionale. Lungo le coste nuvole e sui rilievi dei fiocchi di neve. Al centro e al Sud la situazione vede un cielo molto più nuvoloso con la presenza anche di piogge. La neve in queste due aree interesserà molte zone con quote più o meno alte. Vediamo ora nel particolare cosa troviamo oggi nelle varie zone.

Il Nord

La situazione meteo al settentrione vede un cielo sereno o al massimo poco nuvoloso. Ci saranno delle nuvole in più lungo le coste ed anche nell’immediato entroterra delle regioni che affacciano sull’Adriatico. Nelle ore serali degli annuvolamenti più corposi interesseranno l’area centro occidentale della Liguria e le zone alpine e prealpine. Sui rilievi maggiori sono attesi dei fiocchi di neve occasionali. Sulla Pianura Padana ci saranno delle locali e dense foschie la mattina presto e la sera dopo il tramonto.

Il Centro

Presenti molte nuvole compatte sulle Marche centro meridionali e sull’Abruzzo.

Proprio su quest’ultima regione la mattina debole nevicata a quota collinare sul settore meridionale. Sul resto delle regioni centrali si prevede ampio soleggiamento con poche nuvole di passaggio.

Il Sud e le Isole

Sulla Sardegna la mattinata inizierà con molte nubi e durante il trascorrere delle ore sono attesi anche piovaschi. Questi interesseranno l’area occidentale e le zone interne dell’isola. Sulla Sicilia centro meridionale la nuvolosità si alternerà a schiarite. Sulle regioni meridionali sarà molto nuvoloso, presenti dei deboli fenomeni sulla Puglia. Sulla Calabria e sulla Sicilia settentrionale piogge diffuse anche a carattere di rovescio. Ancora parliamo di neve, sarà debole ed interesserà le aree appenniniche oltre i 500 metri. Le regioni interessate saranno il Molise, la Campania, la Puglia e la Basilicata. Sui rilievi di Calabria e Sicilia invece i fiocchi ci saranno ma a partire dai 1000 metri. Nelle ore serali la situazione migliorerà un pochino con l’attenuazione generale dei fenomeni.

Farà eccezione la Sicilia nell’area nord orientale.

Temperature, venti e mari

Le temperature minime non avranno variazioni di rilievo sulla pianura Padana centro occidentale, sul nord dell’Umbria, sull’area centro meridionale della Toscana, le regioni centrali dell’Adriatico, il Molise, la Sicilia occidentale e l’area garganica. Aumenteranno sulle Alpi e sulle Prealpi, il Piemonte in basso, la Liguria, l’Emilia Romagna, l’appennino toscano e la pianura veneta. Sulle altre regioni diminuiranno e la diminuzione sarà più marcata sul resto del territorio della Puglia. Le massime diminuiranno sulla Calabria, sul Salento e sulla Sicilia. Rimarranno stazionarie o al massimo in lieve rialzo sulle aree alpine, sull’Umbria e le Marche nell’area meridionale, sul resto del meridione e sul Lazio centro meridionale. Aumenteranno sul resto del Paese.

I venti deboli meridionali sulla Liguria, variabili sulle altre regioni settentrionali. Al centro sud moderati dai quadranti settentrionali. Rinforzi decisi sulle coste Adriatiche centro meridionali, sulla Sicilia, la Sardegna e l’area meridionale della Calabria.

Si andranno attenuando durante le ore della sera. I mari andranno da agitati a molto agitati il mare ed il canale di Sardegna, la parte meridionale del Tirreno ad ovest e lo stretto di Sicilia. Da mossi a molto mossi il Tirreno settentrionale ed il mar Ligure. Il resto dei bacini da molto mossi ad agitati. La sera ci sarà una attenuazione del moto ondoso su tutti i mari.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche