×

Scatta lockdown per Covid nell’isola di Hainan in Cina: 80mila turisti restano bloccati

Isola tropicale da 9 milioni di persone in lockdown per 127 nuovi casi: continua la politica del Covid-zero della Cina

covid cina lockdown

Le autorità di Pechino hanno imposto un rigido lockdown sull’isola tropicale di Hainan, in seguito alla scoperta di un focolaio della sottovariante Omicron BA.5.1.3: circa 80mila turisti si ritrovano dunque “in trappola”.

Cina, lockdown su isola tropicale per focolaio covid

Sono 127 i nuovi contagi segnalati sull’isola tropicale di Hainan, di cui 48 nel capoluogo di Sanya. Numeri che contestualizzati al totale della popolazione dell’isola, di 9,2 mlioni di persone, fanno capire come la Cina continui a perseguire la politica del “Covid-zero” attraverso rigidi protocolli di contenimento.

Un obiettivo che le autorità di Pechino fanno sempre più fatica a perseguire con l’avvento delle varianti Omicron. Il lockdown sull’isola è scattato dopo in seguito alla scoperta di un focolaio della sottovariante Omicron BA.5.1.3 di Covid-19

Il focolaio iniziato in un porto di pescatori

In base a quanto riportano le autorità locali, il focolaio sull’isola di Hainan è iniziato in un porto di pescatori. probabilmente dovuta al commercio di pesce tra gente del posto con pescatori fuori dalla Cina. . Le autorità hanno anche affermato che la sottovariante Omicron BA.5.1.3, è rna propaggine del ceppo BA.5 che è attualmente dominante negli Stati Uniti.

I turisti bloccati sull’isola

In seguito al lockdown, nell’isola tropicale si trovano “in trappola” migliaia di turisti cinesi.

In base a quanto riporta l’adnkronos,  ora le persone bloccate a Hainan, non possono lasciare le loro case se non per acquistare generi alimentari e altri beni essenziali. Il governo locale ha anche interrotto tutti i trasporti pubblici, compresi autobus e treni. Nelle zone non ad alto rischio le autorità hanno ancora chiuso tutti i negozi non essenziali e i risultato. Necessario un test negativo al Covid per accedere alle aree pubbliche come i parchi o gli uffici, due per lasciare l’isola.

(Immagine di repertorio)

Contents.media
Ultima ora