×

Sepolto in una fossa con ferite devastanti e le mani tagliate: cinque a processo

Ad aprile del 2021 un cadavere venne trovato sepolto in una fossa con le mani tagliate, per quella spedizione punitiva ci sono cinque imputati

La vittima, Tomasz Dembler

Sepolto in una fossa con ferite devastanti e le mani tagliate: cinque persone sono a processo per la morte violenta di un 39enne del Regno Unito: il corpo di Tomasz Dembler venne trovato quasi un anno fa  nello Yorkshire, scoperto casualmente da due ragazze durante un pic nic.

La vittima aveva figli.

Giovane padre polacco trovato sepolto in una fossa e con le mani tagliate: chi sono gli imputati

Imputati per quell’omicidio efferato ci sono finiti cinque connazionali della vittima, tutti polacchi: Zbigniew Pawlowski, 41enne di Newport, Middlesbrough, Rafal Chmielewski, 37enne di Grangetown, poi Tomasz Reczycki, 37 anni di Grove Hill, Adam Czerwinski, 45enne di North Ormesby e Monika Solerska, 37 anni, di Grangetown. 

Mani tagliate per vendetta e poi sepolto in una fossa, il ritrovamento del cadavere

Vennero tutti arrestati dalla polizia di Normanby con gravi indizi di colpevolezza e condotti davanti alla Teesside Crown Court.  I resti di Dembler vennero trovati semisepolti il 12 aprile del 2021 nel Flatts Lane Country Park ed erano in condizioni pietose: aveva la mascella superiore rotta, 15 costole fratturate, tagli alle labbra e alla bocca e gravi lividi alla testa, alla schiena e al torace. 

Depone il patologo forense sulle mani tagliate a Dembler, trovato sepolto in una fossa a Normanby 

In più, come avrebbe appurato l’autopsia, dopo la morte al cadavere erano state tagliate le mani, un gesto di infamia a simboleggiare una ritorsione estrema per un fatto ritenuto gravissimo. L’autopsia rivelò anche che la vittima era stata soffocata dalla pressione di un braccio. Chi lo ha confermato? Un patologo del Ministero dell’Interno ascoltato dalla corte lunedì 24 gennaio, prima che la corte di aggiornasse a marzo.

Contents.media
Ultima ora