×

Tiberio Timperi: l’accusa di diffamazione ed il dramma privato con la moglie

Tiberio Timperi vive un dramma privato dopo la separazione dalla compagna. Non riesce a vedere il figlio minore e non si sente tutelato dalle leggi.

Tiberio Timperi: l'accusa di diffamazione ed il dramma privato con la moglie

Tiberio Timperi famoso conduttore Rai è stato rinviato a giudizio. Questo per diffamazione verso l’ex moglie Orsola Gazzaniga. Il rischio in questo momento per Tiberio è di dover sborsare 1000 euro di risarcimento. Il tutto nasce dalla separazione tra i due e da una lettera scritta da lui nel 2010. Nella lettera c’era tutto lo strazio che viveva il presentatore come padre separato che si trova lontano dal figlio. L’accusa era rivolta al sistema giudiziario che sembrerebbe favorire in ogni situazione la “madre affidataria”. Quest’ultima potrebbe ostacolare i rapporti tra il padre ed i figli o figlio.

Accuse di Timperi

Tiberio ha accusato Orsola di impedimento nel poter frequentare e vedere il figlio. Sembrerebbe che sia stato costretto a chiamare persino i carabinieri per risolvere il problema. “Noi padri separati chiediamo giustizia.

Sono un bravo papà, mi hanno trattato come un criminale. La mia colpa? Quello di essere stato un affidatario in seconda, in un paese matriarcale dove la legge continua a essere più uguale per le mamme. “Io non posso vedere liberamente mio figlio, nonostante questo sia esplicitamente previsto nel provvedimento del tribunale. Non riesco a parlarci per telefono. La madre non risponde ai carabinieri né ai miei telegrammi: anche il suo avvocato non risponde ai fax del mio. Questo si chiama sottrazione di minore, minore che può essere manipolato da una madre malevola”. Ecco le dure parole del presentatore che attende il prossimo 25 gennaio per la sentenza.

Sfogo di Tiberio

Tiberio Timperi: l'accusa di diffamazione ed il dramma privato con la moglie

Durante una intervista radiofonica Tiberio si spinge un pochino di più nel dettaglio della sua vicenda. “Io non posso vedere liberamente mia figlio nonostante questo sia previsto nel provvedimento di separazione del tribunale. Non posso parlarci al telefono. La madre non risponde ai carabinieri, ai telegrammi. Anche il suo avvocato non risponde ai fax del mio. Questa è sottrazione di minore, minore che non può essere manipolato da una madre malevola”. Oltre che alle dure parole per l’ex ce ne sono anche per le istituzioni che sono assenti nei riguardi dei padri separati. “Le madri possono tranquillamente ostacolare il rapporto con il padre. Basta un semplice certificato medico o solo non rispondere al telefono”. Il difensore del presentatore Caterina Malavenda ha fatto presente durante l’arringa difensiva che le denunce della Gazzaniga sono state tutte archiviate.

Tiberio Timperi

La carriera di Tiberio inizia nel 1977 a Radio Mare Cesenatico.

Negli anni dal 1977 al 1983 lavora presso diverse emittenti radiofoniche. In questi anni è uno degli animatori di Radio In e di Top Italia Radio. Il suo debutto in televisione risale al 1986 con la conduzione del tg di Tele Regione, emittente romana. Poi approda a Telemontecarlo e qui diventa un giornalista professionista. Oltre che condurre l’edizione del tg notturno si occupa anche di trasmissioni mediche, scientifiche e di motori. Nel 1991 passa a Mediaset e qui inizia a lavorare al Tg4 e a Studio Aperto. Dopo la carriera giornalistica inserisce anche quella da conduttore. Nel 1997 rientra in Rai e qui lavora a diverse trasmissioni per 14 anni.

Caricamento...

Leggi anche