28 posti di lavoro per Operatori socio sanitari al Fatebenefratelli

Lavoro

28 posti di lavoro per Operatori socio sanitari al Fatebenefratelli

28 posti di lavoro per Operatori socio sanitari al Fatebenefratelli
28 posti di lavoro per Operatori socio sanitari al Fatebenefratelli

28 posti di lavoro messi a concorso dalla ASST Fatebenefratelli della Lombardia. La presentazione delle domande dovrà pervenire entro il 7 novembre 2016.

28 posti di lavoro sono banditi dal sistema sanitario lombardo ASST Fatebenefratelli. Il bando di concorso prevede 28 assunzioni a tempo indeterminato di Operatori socio sanitari di Categoria B livello economico Super.

Si tratta di un’opportunità lavorativa che vedrà le risorse impegnate nel sistema sanitario presso le diverse strutture lombarde. Infatti, i candidati che riusciranno a superare le prove di concorso verranno distribuiti nelle varie sedi. Secondo quanto previsto, 14 risorse saranno per ASST Sacco, 4 per ASST Santi Paolo e Carlo, 5 per il centro traumatologico, 3 per l’Istituto neurologico Besta e 2 per l’Istituto dei Tumori.

Il 30% dei posti messi a concorso sarà riservato ai volontari in ferma breve appartenenti alle Forze Armate. Questi dovranno essere stati congedati senza demerito, o devono aver completato la ferma senza demerito.

Tra di loro possano esserci anche ufficiali di completamento in ferma biennale.

Per partecipare al concorso è necessario inviare la domanda entro il 7 novembre 2016. La candidatura consiste nel completare l’apposita procedura on line disponibile all’indirizzo: https://asst-fbf-sacco.iscrizioneconcorsi.it/.

Coloro che verranno ammessi alle prove, dovranno sottoporsi a una prima preselezione, nel caso in cui le domande pervenute siano più di 2000. Tale prova consiste in un test con domande a risposta multipla che vertono sulle tematiche relative al profilo professionale. In seguito, coloro che superano questa prima fase, potranno sostenere le altre due prove: pratica e orale.

La prova pratica consiste nell’esecuzione si alcune tecniche specifiche, e nella soluzione di un test scritto. La prova orale sarà necessaria per dimostrare le competenze professionali richieste dal profilo. Inoltre verrà richiesta la conoscenza di una lingua straniera a scelta e di alcuni elementi di informatica.

Il bando di concorso prevede come da selezione pubblica che le risorse siano in possesso di determinati requisiti.

In termini generali, i candidati dovranno essere cittadini italiani o di un Paese interno alla UE e godere dei diritti civili e politici. I candidati non devono essere mai stati destituiti dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione e devono essere idonei fisicamente alla mansione richiesta.

Per quanto riguarda i requisiti professionali, le risorse dovranno essere in possesso dell’attestato di qualifica di Operatore Socio Sanitario. Il requisito professionale è fondamentale in quanto una prima valutazione è proprio data dall’analisi dei titoli posseduti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche