Debutto in rosso per il titolo della Ferrari alla Borsa di Milano

Attualità

Debutto in rosso per il titolo della Ferrari alla Borsa di Milano

An handout image provided by Ferrari PO shows Ferrari president, Luca Cordero di Montezemolo (L) and FIAT CEO Sergio Marchionne sitting on "La Ferrari" a new special product in 499 models presented at Ginevra Motor Show, 5 march 2013 ANSA / US FERRARI ++NO SALES EDITORIAL USE ONLY++

Oggi è il grande giorno della Ferrari, che debutta in Borsa, con tanto di bandiere del Cavallino rosso esposte sulla facciata esterna del palazzo della Borsa di Milano. Alla cerimonia di apertura della Borsa, con la quotazione del titolo del Cavallino Rampante, non poteva di certo mancare l’onnipresente Matteo Renzi, mentre, davanti al piazzale della Borsa è stata esposta una vasta gamma di modelli della Ferrari, tra i quali anche la F12 Tdf.

Il debutto non è stato di certo esaltante, con il titolo che è stato sospeso più volte per eccesso di ribasso. Al momento, il valore del titolo di Borsa è di 41,92 contro i 44 euro con il quale aveva chiuso le contrattazioni 31 dicembre a New York. Presenti a Palazzo Mezzanotte anche il presidente della Ferrari, Sergio Marchionne e John Elkann, presidente della Fca. Gradita è stata anche la presenza di Piero Ferrari, il figlio del fondatore Enzo, e il direttore del reparto corse, Maurizio Arrivabene.
L’inizio dell’anno per le borse europee non è stato di certo all’insegna del ‘Toro’. A pesare sulle quotazioni sono stati i dati relativi all’industria cinese e alle tensioni in Medio Oriente che stanno rendendo il quadro delle relazioni tra Arabia e paesi sciiti, sempre più a tinte fosche.
Vanno male soprattutto i titoli legati al settore energetico, con Enel ed Eni in forte ribasso.

Va male anche Telecom, che è sceso del 3%, mentre Mediolanum fa registrare un -4,5%. In sofferenza anche i titoli bancari, con Mps che chiude a -2,7% e Ubi e Mediobanca a -2,5%.
Il premier Renzi, euforico per la quotazione della Ferrari alla borsa di Milano, ha espresso parole di ottimismo, definendolo ‘un fatto importante, che dovrebbe essere seguito da altre realtà quotate fuori dall’Italia‘. L’amministratore delegato della Borsa di Milano, Raffaele Jerusalmi ha dichiarato che con Ferrari ‘si apre un nuovo mondo anche per rappresentare l’eccellenza anche in ambito finanziario’.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*