Aggredisce il pedofilo, condannato a 3 anni di carcere

News

Aggredisce il pedofilo, condannato a 3 anni di carcere

Un uomo ha aggredito il suo molestatore in modo “brutale”, come ha lui stesso ammesso, e il tribunale lo ha condannato a 3 anni e otto mesi di carcere riconoscendogli l’attenuante della provocazione. E’ accaduto lo scorso maggio a Torino, dove un uomo di 24 anni ha prima travolto in auto e poi preso a calci e pugni quello che, di fronte dal gup Giorgio Potito, ha definito “il mio ex pedofilo”, un 64 enne che, in quell’occasione, è rimasto ferito e con diverse fratture al volto e alla schiena.

L’anziano aveva avuto rapporti sessuali con il 24 enne quando quest’ultimo era ancora minorenne e, a seguito dell’aggressione, si è costituito parte civile con l’avvocato Sheila Foti, ottenendo un indennizzo di 16 mila euro e facendo condannare la sua ex vittima. L’attenuante della provocazione è stata concessa perché il 64 enne aveva ripreso i contatti con il giovane, facendolo oggetto di una soffocante azione di stalking, comprensiva di minacce e atti vandalici.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche