Un negozio di casalinghi è sempre di moda, ma in che zona bisogna aprirlo?

Economia

Un negozio di casalinghi è sempre di moda, ma in che zona bisogna aprirlo?

negozio-casalinghi

Il difficile è saperlo rendere affidabile, accogliente e vantaggioso vista la grandissima concorrenza che si trova in giro.

Un negozio di casalinghi è una delle attività più longeve del mercato italiano per chi decide di mettersi in proprio, perchè i costi per l’avvio non sono notevoli e quindi anche con capitali non mostruosi si può pensare di intraprendere la suddetta attività.

Aprire un negozio di casalinghi può anche essere relativamente facile, ma il difficile è saperlo rendere affidabile, accogliente e vantaggioso vista la grandissima concorrenza che si trova in giro.

Le caratteristiche principali che differenziano un ottimo negozio di questo genere è

  • l’abbondanza di prodotti anche dello stesso genere ma di diverse marche e prezzi;
  • avere scaffali spaziosi dove poter esporre in buona vista la merce;
  • avere un locale profumato ed accogliente e con il giusto spazio per clienti e merce esposta, quindi vanno assolutamente eliminati gli spazi angusti se si vuole avere successo in questo settore.

Uno dei principi basilare di tale attività è anche la scontistica, è infatti consigliabile mettere sempre alcuni prodotti in offerta ed in buona vista soprattutto in vetrina per invogliare i clienti ad entrare nel proprio negozio.

Fondamentale è anche la scelta della zona dove aprire un negozio di casalinghi e in questo caso vanno a priori eliminate le zone vicine ai grandi supermercati e centri commerciali, perché una scelta simile sarà sinonimo di fallimento.

Le zone invece più adatte per piazzare il negozio sono i centri abitati almeno da 30.000 persone e meglio ancora se in una zona dove c’è densità di palazzi e condomini, così da tenere almeno in pugno già una bella fetta di clientela.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche