Arrestati Stefano Ricucci e Mirko Coppola per fatture false

Cronaca

Arrestati Stefano Ricucci e Mirko Coppola per fatture false

L’accusa è di emissione ed utilizzo di fatture per operazioni inesistenti. Per questa ragione la Guardia di Finanza ha arrestato i noti imprenditori Stefano Ricucci e Mirko Coppola, su ordinanza emessa dal Gip di Roma e a seguito di una serie di indagini svolte in questi mesi dal nucleo di Polizia Tributaria. Indagini dalle quali è emerso l’utilizzo di fatture false per almeno un milione di euro da parte di Ricucci allo scopo di ottenere liquidità finanziaria.

L’inchiesta della Procura di Roma è stata però portata avanti a più ampio spettro e coinvolge infatti altre dieci persone, indagate, secondo quanto riportato dall’Adnkronos. Per Ricucci e Coppola è invece stata già eseguita l’ordinanza di custodia cautelare in carcere, in seguito all’inchiesta condotta dagli uomini del Nucleo di polizia tributaria della Capitale. Proprio grazie alle fatture false infatti, secondo quanto emerge dalle indagini, l’imprenditore sarebbe riuscito a ottenere una importante liquidità finanziaria.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche