Arrestato titolare del "Club del sesso" a Piombino - Notizie.it

Arrestato titolare del “Club del sesso” a Piombino

News

Arrestato titolare del “Club del sesso” a Piombino

3426 il numero dei soci uomini iscritti in poco più di tre anni al “Club del sesso”ovvero lo “Spa Club 307” Secondo l’accusa, il centro massaggi era in realtà un luogo luci rosse di Loreggia, che nel corso di tre anni avrebbe incassato oltre trecentomila euro. Le “socie” marocchine, brasiliane e studentesse padovane di Alberto Mason, sessantunenne di Castelfranco Veneto, arrestato dai carabinieri di Piombino all’inizio di aprile, portavano dunque all’uomo un enorme guadagno.

Le accuse sono Favoreggiamento, induzione e sfruttamento della prostituzione per le quali il pubblico ministero Roberto Piccione chiede il rinvio a giudizio di Mason. L’inchiesta si conclude con Alberto Mason condannato ai domiciliari, difeso dagli avvocati Pierantonio Menapace e Otello Bigolin, si è avvalso della facoltà di non rispondere davanti al giudice delle indagini preliminari, Mariella Fino, che ha firmato l’ordinanza di custodia cautelare.
Le “socie” di Alberto Mason erano «le vacche della mia stalla» e alcune avevano un «culo come un puledro» queste le parole dell’uomo.

Per un mese e mezzo i carabinieri di Piombino hanno filmato e ascoltato quello che si dicevano all’interno dell “Spa Club 307”.

Inoltre gli investigatori dei Carabinieri avevano piazzato all’interno del centro massaggi telecamere e cimici e quando il pubblico ministero ha mandato il fascicolo giudiziario al giudice delle indagini per il mandato di cattura, dentro c’era di tutto il materiale. I carabinieri hanno trovato migliaia di “soci” tra gli uomini che frequentavano il “bordello” e nei filmati ci sono molti episodi sessuali, il cui costo per i clienti variava da 100 a 200 euro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche