Assegno sociale per chi assiste ad una persona disabile COMMENTA  

Assegno sociale per chi assiste ad una persona disabile COMMENTA  

Nell’anno corrente lo Stato ha deciso di mettere a disposizione la propria cassa per appoggiare coloro che hanno in famiglia una persona disabile.
Quest’assegno sociale di supporto è rivolto ai familiari che assistono una persona disabile, alle persone non autosufficienti, ai pensionati pubblici ed è un progetto promosso dall’INPS; è possibile richiedere un contributo fino a €1200 per tutti coloro facenti parte delle categorie precedentemente elencate.

I documenti necessari per la richiesta dell’assegno sociale sono: il modello ISEE, l’iscrizione della persona disabile o non autosufficiente alla Banca dati del dipendente pubblico o del pensionato INPDAP. Per iscrivere la persona alla Banca Dati, è necessario compilare il modulo rintracciabile nel sito dell’INPS, dove inoltre si troverà l’elenco degli enti aderenti all’iniziativa.

Il sito fornisce in tempo reale non solo informazioni e documenti necessari ma anche modifiche, iniziative, bandi e novità per possono riguardare tutte le famiglie che vivono in Italia.

L’aspetto positivo di questo progetto è che il programma è aperto a chiunque a prescindere dal reddito: l’importo minimo è di €400 fino ad un massimo di €1200 al mese. Questo bonus è un cumulo di percentuali recuperate dalla busta paga di ogni dipendente pubblico dal giorno dell’assunzione fino a quello della pensione e va a formare un fondo, possibilmente utilizzato per borse di studio, pagamento di badanti o ricoveri.

L'articolo prosegue subito dopo

Il bando è attivo fino al 30 giugno 2016.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*