Bilancio terremoto Lazio e Umbria: 250 morti, 204 estratti dalle macerie ad Amatrice

Cronaca

Bilancio terremoto Lazio e Umbria: 250 morti, 204 estratti dalle macerie ad Amatrice

E’ stato rivisto il bilancio delle vittime del terremoto che ha colpito diversi comuni del centro Italia tra Lazio, Umbria e Marche. Nel suo ultimo aggiornamento ufficiale la Protezione Civile ha parlato di 250 morti, 204 dei quali estratti dalle macerie del comune di Amatrice, una conferma questa, arrivata dal sndaco Sergio Pirozzi. Il primo cittadino del paese letteralmente cancellato dal sisma ha aggiunto che vi sono almeno 15 persone che ancora mancano all’appello e che tra queste vi sono anche due bambini. Potrebbero essere sepolte sotto le macerie del centro storico, nella zona di via Cola.

E’ cresciuto intanto anche il numero dei feriti ospedalizzati: sono 365, alcuni dei quali versano in gravi condizioni. Il capo delle tute gialle Fabrizio Curcio teme che questo bilancio possa andare peggiorando nelle prossime ore, risultando più pesante di quello dell’Aquila, che costò la vita a 309 persone. Intanto il consiglio dei ministri, dopo aver deliberato lo stato di emergenza, ha stanziato 50 milioni di euro immediatamente utilizzabili per far fronte alle conseguenze del terremoto, come annunciato oggi, al termine del consiglio dei ministri, dal presidente del consiglio Matteo Renzi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...