Caos nel Pd, Bersani si dimette

Prima Pagina

Caos nel Pd, Bersani si dimette

Il segretario del Partito Democratico Pierluigi Bersani si è dimesso. Davanti all’assemblea dei grandi elettori del Pd ha dichiarato: “E’ inaccettabile, uno su quattro ha tradito”, riferendosi alla quarta fumata nera per le elezioni del Presidente della Repubblica. “Non riesco ad accettare la sconfitta di Prodi”, continua Bersani, “Continuerò a dare una mano”, precisando quindi che le sue dimissioni scatteranno subito dopo l’elezione del Capo dello Stato.

L’ex premier Romano Prodi, che ha raggiunto solo 395 preferenze (a fronte dei 504 voti necessari per raggiungere il quorum) si mette da parte, ma prima lancia una frecciatina a Bersani: “Chi mi ha portato fin qui deve assumersene la responsabilità”. Intanto Beppe Grillo fa sapere che, se il Pd converge sulla scelta del candidato Rodotà, “si apriranno praterie per il governo dei cittadini, e non più dei partiti. E sarebbe un governo di garanzia”.

1 Commento su Caos nel Pd, Bersani si dimette

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche