Caritas aiuti: al sud più italiani che stranieri

News

Caritas aiuti: al sud più italiani che stranieri

Caritas aiuti: al sud più italiani che stranieri
Caritas aiuti: al sud più italiani che stranieri

A quanto riportano i dati Caritas, sembra che siano sempre di più gli italiani che chiedono aiuto a questi enti per vivere e sopravvivere.

E’ quanto emerge da una indagine e da un rapporto sui centri della Caritas, dove a differenza del 2015, sono sempre di più gli italiani che chiedono aiuto a questa associazione e a questo ente per soddisfare i propri bene primari.

I dati lo confermano e nel sud di Italia, nel Mezzogiorno, sono sempre di più gli italiani per una percentuale del 66% che si affidano alla Caritas per poter vivere al confronto degli stranieri e degli immigrati che sono il 50% circa, Un numero che si pensa sia destinato a salire considerando i molti giovani che sono in cerca di lavoro e molti coloro che lo hanno perso e non riescono a trovare più lavoro in quanto la loro età non è consona al mercato del lavoro di oggi.

Per quanto riguarda il sesso di coloro che chiedono aiuti, sono un po’ di più le donne rispetto agli uomini, il 50,1% delle donne contro il il 49,9% degli uomini.

L’età media è di 44 anni e vede coinvolte sia persone sposate, ma anche coloro che sono celibi o nubili.

Il titolo di studio di coloro che richiedono aiuto va dalla scuola elementare sino a quella media. Il motivo per cui richiedono aiuti all’ente è di vario tipo: dai bisogni economici, come una casa, ma anche problemi relativi al lavoro e al cibo, oltre ad altri beni ritenuti indispensabili per la vita.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche