Come diventare giardiniere
Come diventare giardiniere
Casa

Come diventare giardiniere

giardiniere

Il giardiniere è ancora oggi uno dei lavori che riesce a dare le maggiori soddisfazioni a chi lo fa. Scopri come è possibile diventare giardiniere.

Per una persona che ama la natura e le piante non c’è lavoro migliore di quello di giardiniere. Chiaramente questo lavoro è molto faticoso, ma da soddisfazioni a chi lo compie. Esistono dei percorsi studi consigliati per chi vuole intraprendere questa difficile, ma gratificante, strada.

Il giardiniere

Nonostante molte persone possano pensare che il lavoro del giardiniere sia semplice, bisogna sapere che non è assolutamente così. Questo lavoro è molto più complesso e faticoso di quello che potrebbe sembrare. Chi pensa di approcciarsi a questo mestiere con superficialità si renderà ben presto conto delle insidie che sono nascoste dietro l’angolo. Chiaramente tutto questo non deve scoraggiare tutte le persone che amano la natura e che vogliono diventare giardinieri. Fondamentale sarà però scegliere il giusto percorso di studi, che garantirà di acquisire le giuste conoscenze sia teoriche che pratiche.

Come diventare giardiniere professionista

Per diventare giardiniere professionista si può decidere di intraprendere due strade principali.

La prima, quella maggiormente seguita, è quella di laurearsi in botanica. Chiaramente questa scelta è molto impegnativa sia a livello di istruzione che economicamente. Per laurearsi in botanica è necessario superare un ciclo di studi di 5 anni che garantisce conoscenze complete in questa materia.

La seconda strada che si può intraprendere è quella di iscriversi a dei corsi professionali per giardinieri. Il livello di ore da frequentare per diventare giardinieri varia a seconda delle regione. Mediamente possiamo dire che si passa da un minimo di 150 ore fino ad un massimo di 400 ore. Anche i prezzi di questi corsi sono molto variabili. Essi solitamente durano circa due anni e hanno un costo medio di 500 euro. Sia il percorso universitario che quello dei corsi professionali prevede uno stage finale in azienda. Una volta completata uno dei due percorsi si può scegliere di intraprenderne uno nuovo per specializzarsi in un determinato settore dell’ampio mondo che questo lavoro offre.

Le conoscenze

Esistono delle conoscenze di base che tutti i giardinieri devono avere.

Come prima cosa devono conoscere molto bene tutte le caratteristiche principali dei fiori e delle piante che vende o con cui lavora, compresi i periodi di fioritura e il clima più adatto per la loro crescita. Esistono però anche delle conoscenze chiamate “secondarie”. Queste riguardano tutto il mondo animale, ovvero l’impatto negativo che determinati animali hanno sulle piante e quali sono i modi migliori per combatterli.

Sbocchi lavorativi

Per quanto riguarda gli sbocchi lavorativi se ne possono trovare principalmente due. Un giardiniere può infatti scegliere di lavorare come libero professionista oppure può mettersi alla ricerca di un lavoro come dipendente. Sostanzialmente esiste solamente una grande differenza tra le due strade: un libero professionista deve avere gli attrezzi del mestiere di sua proprietà.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

centrotavola per Natale
Arredamento

Come fare centrotavola per Natale

di Notizie

Per una tavola di Natale che si rispetti, il centrotavola è d’obbligo. Se state cercando idee per realizzarne uno semplice ma elegante, ecco l’idea per voi. Vi serviranno solo tante candele.