Cina: nasce il mestiere di pugnettista

Esteri

Cina: nasce il mestiere di pugnettista

La disoccupazione in Cina? È risolta col mestiere della pugnettista. È l’ultima invenzione della Cina, che sta riscuotendo molto successo tra le ragazze che non hanno un titolo di studio, ma che cercano un lavoro. In Cina è nata da qualche tempo una professione nuova nel campo della salute: la pugnettista.

Si tratta in pratica di una donna addetta alla masturbazione maschile. Tutto questo per ridurre il tasso di disoccupazione e per incrementare l’adesione dei maschi alle banche del seme. Per diventare pugnettista non c’è bisogno di essere infermiere o di avere un titolo di studio, ma una discreta manualità. Il compito di queste ragazze è, infatti, quello di masturbare i donatori fino all’eiaculazione. Il tutto è molto igienico: le addette sono dotate di guanti e di ampollina in cui raccogliere lo sperma del donatore.

Lo stipendio ammonta ad una somma pari ai nostri 12 mila euro annuali. In pratica mille euro al mese per fare pugnette.

20 Commenti su Cina: nasce il mestiere di pugnettista

  1. principianti i cinesi, in ITALIA le fanno da 60 anni ai politici e prendono molto di più anche 70.000 € per un epilatore laser !!!

  2. hahaaahaahahahhaahaahahahahaahaahahahahaahahahahahaahahahaahahahaahaahhahahahaha non è possibile hahahahahhhahha sto troppo ridendo haaahahahaahah solo loro potevano inventare queto ma pagano le tasse per fare le seghe cazz hhahhahaahahhaa per le femmine italiane ci voleva cosi volevo vedere quante si iscrivevano cazz..ho pero sono professioniste hahahaha……………cess

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche