Cinque cose che non sai dell’acne

Salute

Cinque cose che non sai dell’acne

L’acne è un problema molto fastidioso che non si presenta solo nell’adolescenza ma anche in età adulta. Ecco le cause e come cercare di combattere brufoli e imperfezioni.

Le statistiche parlano chiaro: il 51% delle donne tra i 20 e i 29 anni, il 35% di quelle tra i 30 e i 39 anni soffre di acne. Per alcune di loro il problema è iniziato con l’adolescenza, per altre invece in età adulta. All’origine ci sono varie cause: stress, cattiva alimentazione e squilibrio ormonale. Occorre precisare che specialmente nell’età adulta, questo problema va affrontato con dei prodotti specifici, onde evitare il peggioramento delle imperfezioni.

Prima di darvi qualche consiglio per cercare di far scomparire quegli odiosi brufoli, vi elenchiamo cinque cose che forse non sapevate sull’acne.

  1. Occorre sfatare un mito: non è vero che se si mangia cioccolata o salumi il giorno dopo ci si ritrova con la faccia piena di brufoli.

    Infatti, affinchè questa imperfezione si sviluppi completamente, occorrono circa 2 settimane.

  2. La tentazione è forte ma appena vediamo un brufolo non bisogna assolutamente schiacciarlo! In questo modo infatti, anzichè favorire la guarigione, peggioriamo solamente le cose. Le cicatrici che si producono inoltre, sono molto difficili da far sparire, perciò se vogliamo nascondere il brufolo, possiamo utilizzare un correttore.
  3. Va bene la pulizia del viso ma senza esagerare! Per quanto possa essere importante l’igiene del viso soprattutto per prevenire le infezioni, non va fatta più di due volte al giorno (mattina e sera). Infatti, lavandosi spesso il viso, si elimina il sebo e la pelle sgrassata è più esposta ai batteri.
  4. Vietato fumare: tra i tanti danni causati dal fumo, vi è anche l’invecchiamento precoce della pelle. Il fumo infatti causa la contrazione dei capillari e dei vasi sanguigni, privando la pelle dell’ossigeno di cui necessita per produrre le cellule.
  5. Attenzione agli antibiotici e alle vitamine: l’uso prolungato di antibiotici distrugge i batteri dell’organismo, compresi quelli buoni, come i probiotici che tra le loro proprietà hanno anche quelle di favorire la bellezza della pelle.

    Allo stesso moto, la vitamina A, se da un lato fa molto bene per la pelle e l’organismo, allo stesso modo a lungo andare può danneggiare il fegato e di conseguenza, provocare delle dermatiti.

Come possiamo allora curare l’acne?

Nel caso in cui l’acne non sia eccessiva, è possibile ricorrere a dei rimedi naturali, altrimenti è necessario rivolgersi ad un dermatologo che saprà darvi la cura giusta, evitando spese inutili in prodotti che potrebbero peggiorare l’infiammazione dei brufoli.
A questo punto, vediamo quali sono i rimedi naturali più utilizzati per combattere le imperfezioni del viso:

  • Olio di Tea Tree: è uno degli oli più efficaci per la cura dell’acne. Viene estratto dall’albero del tè e vanta proprietà antisettiche ed antibatteriche. E’ possibile applicare l’olio sulla parte oppure unirlo alla crema del viso.
  • Aloe vera: il gel è un vero toccasana per la pelle in quanto con le sue proprietà antisettiche e antibatteriche, permette la riparazione della pelle del viso.

    E’ consigliato inoltre per le pelli grasse, perchè contrasta la produzione di sebo, eliminando l’effetto della pelle lucida. Applicate il gel sulla parte lesa, in particolare alla sera dato che la pelle assorbe maggiormente i prodotti idratanti.

  • Tisana di agnocasto: aiuta a contrastare l’acne nel periodo mestruale. Basterà bere l’infuso 1-2 volte al giorno per ripristinare i livelli ormonali. Sono efficaci anche gli infusi di salvia e trifoglio rosso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche