Come rendere in pittura un colore della pelle realistico

Cultura

Come rendere in pittura un colore della pelle realistico

colore pelle

Creare un colore della pelle realistico è una delle maggiori difficoltà che incontra un pittore alle prime armi. Il colore della pelle assume diverse sfumature e tonalità. Fortunatamente, si possono preparare tutti i toni della pelle utilizzando gli stessi colori. Il modo migliore per cimentarsi nella mescolanza dei colori è quello di limitare le opzioni.

Il colore della pelle in pittura

Le infinite sfumature della pelle

Cominciamo con demolire una fissazione che ci portiamo dietro da quando eravamo bambini: la pelle non è mai rosa.

Ma è difficile capire esattamente di che tinta si tratti, varia tantissimo da persona a persona ed è per questo che è difficile fissare delle regole precise, anche in questo caso occorre sperimentare e trovare il proprio modo.
La storia della ritrattistica è ricca di esempi di visi bianchi o rosa perla, piuttosto improbabili nella realtà.
Oggi le società multirazziali richiedono una varietà di toni maggiore. Alcune persone hanno un’incarnato con sfumatura gialla, verdastra o rosa e non dimentichiamoci che la tinta dipende anche dal tipo d’illuminazione che colpisce il soggetto in quel momento.
Poichè la pelle e le tonalità della carnagione variano moltissimo da una persona all’altra, ogni ritratto richiede una gamma di miscele leggermente diverse.
La diversa quantità di pigmento determina le differenze tonali dell’incarnato, che varia da persona a persona e non solo per fattori quali il sesso, l’età, la razza, le condizioni di salute. La pelle umana è anche una superficie molto riflettente, al punto che i colori circostanti influiscono sulle sue tonalità; abbastanza trasparente, assume spesso in corrispondenza delle guance una tinta calda, rosata, provocata dal sangue che fluisce sotto la superficie.
Il colore della pelle può assumere tonalità sia calde che fredde, per cui prima di cominciare a dipingere occorre preparare una serie di sfumature calde e fredde dei principali colori.
Per modellare i lineamenti si possono sfruttare le proprietà dei colori caldi e dei colori freddi: usando le tonalità calde per le parti sporgenti (i colori caldi si “avvicinano” all’osservatore) quali gli zigomi e il naso, si accentuerà l’effetto rilievo, mentre l’uso di colori freddi per le parti incavate accentuerà l’effetto di rientranza.
Miscelando con cura i colori si può creare l’effetto della luminosità e trasparenza della pelle. Un altro metodo consiste nel dipingere “alla prima”, in quanto la tecnica del bagnato sul bagnato consente di sfumare i colori uno nell’altro creando gradazioni tonali molto delicate.

Cosa serve per creare il colore simile alla pelle?

Ci sono una serie di semplici istruzioni per mescolare i colori ed ottenere il colore delle pelle più adatto alle proprie necessità:

Iniziare con una goccia di colore bianco, delle dimensioni di una monetina.

Aggiungere un po’ di rosso per fare il colore rosa. Il colore rosso è meno di un sesto della quantità del bianco.

Mescolare un po’ di colore giallo e il rosa assume una tonalità pesca.

Mettere una punta di verde per ottenere il colore della pelle, chiaro.

Per rendere il colore più scuro, o più vicino al marrone aggiungere rosso e verde poco a poco. Per ottenere un colore della pelle più giallo, aggiungere semplicemente un po’ di giallo.

Per alleggerire il tono della pelle aggiungere più vernice bianca. Per scurire il colore è necessaria l’aggiunta di ogni altro colore.

Un altro modo per determinare il tono giusto dell’epidermide è quello di partire dal colore base disponibile in commercio: il carnicino e aggiungere altri colori modificandone il tono. Il carnicino è un colore molto luminoso e va usato in piccole quantità, se impiegato da solo; molto più interessante il suo utilizzo come base per creare altri colori.


Il carnicino può essere usato anche come colore schiarente. E’ preferibile al bianco che renderebbe il colore gessoso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...