Come diventare artificiere dell’esercito italiano

Guide

Come diventare artificiere dell’esercito italiano

La figura dell’artificiere rappresenta un aspetto molto importante e molto delicato all’interno delle forze armate in generale, e italiane in particolare. Si tratta di colui che, grazie ad un’approfondita conoscenza degli ordigni esplosivi, può neutralizzarli senza farli esplodere.

Intraprendere questa carriera quindi implica una predisposizione verso questa materia. Si può accedere a tale professionalità solo se si fa già parte dell’Esercito Italiano, e si possiede il grado di sottufficiale. Si deve sostenere un esame per concorso interno, che valuta anche la caratteristiche psicofisiche del soggetto.

In seguito, viene fatto frequentare un corso di formazione, al termine del quale si viene inseriti in uno dei corpi specifici, a seconda delle necessità. Una volta che si è acquisita una certa dimestichezza grazie all’esercizio sul campo, si può anche seguire un corso di perfezionamento.

I prerequisiti necessari per poter tentare il concorso sono il compimento dei 18 anni di età, essere alti non meno di 1,65 metri, e possedere un diploma.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...