Come funziona una carta chiara? COMMENTA  

Come funziona una carta chiara? COMMENTA  

Admin Group tutorial acquisto carta prepagata

Si tratta di una carta prepagata e ricaricabile che è collegata al circuito Maestro/Cirrus o Visa electron. La Carta Chiara viene emessa Gruppo Istituto Centrale delle Banche Popolari Italiane (ICBPI) ma è possibile richiederla in tutte le banche. Unica condizione per le banche è aver sottoscritto un accordo di commercializzazione con ICBPI.

La procedura per richiederla è semplice: basta compilare l’apposito modulo nella propria banca e viene rilasciata (assieme al pin) allo sportello.
Come ogni carta prepagata e ricaricabile, anche la Carta Chiara offre tanti vantaggi. Inoltre può essere richiesta per un minore. E’ quindi consigliata a studenti e giovani, e in generale a tutti coloro che hanno un’anima da viaggiatori. Con la Carta Chiara è possibile effettuare transazioni online, pagamenti nei negozi, prelievi allo sportello.

Ovviamente deve essere ricaricata ogni tanto. Questa operazione può essere effettuata o tramite bonifico bancario (IBAN IT 27 D 05000 01799 CC0010800700 e specificando il cognome e nome del Titolare della Carta e nella voce “Causale” solo il numero della carta riportato sulla Parte Anteriore della Carta) oppure presso uno sportello bancario.


Le banche autorizzate a rilasciare la Carta Chiara sono:

  • InvestBanca
  • Banca Reale
  • Banca di Treviso
  • Banca Modenese
  • IwBank
  • Creverbanca
  • Banca Federico del Vecchio
  • Banca Galileo
  • Banca Del Sud
  • Banca AGCI
  • Banca di Credito P.

    L'articolo prosegue subito dopo

    Azzoaglio
  • Cassa Lombarda
  • Banca Lecchese
  • Banca Farnese
  • Banca Pop. Provincie Molisane
  • Banca Cooperativa Valsabbina
  • Popolare Torre del greco
  • Banca Popolare del Cassinate
  • Banca Etruria
About Enrica Marrelli 457 Articoli
Laureata in Teoria della Comunicazione e Comunicazione Pubblica presso l'Università della Calabria. Amo la lettura ma mi appassiona anche il grande e il piccolo schermo.
Contact: Facebook

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*