Florida, ragazzo uccide due persone e cerca di mangiarle COMMENTA  

Florida, ragazzo uccide due persone e cerca di mangiarle COMMENTA  

Florida, ragazzo uccide due persone e cerca di mangiarle
Florida, ragazzo uccide due persone e cerca di mangiarle

Un giovane ragazzo della Florida uccide due persone e cerca di mangiare una delle due vittime. Cerchiamo di capire cosa sia successo.

La polizia ha detto che il 19enne dell’Università della Florida ha detto che Austin Harrouff  era stato a un ristorante con i suoi genitori nel Tequesta quando ha fatto irruzione prendendo d’assalto i due.


John Joseph Stevens III, di 59 anni e sua moglie, Michelle Stevens, 53, erano seduti nel loro garage quando  Harrouff si è avvicinato e ha presumibilmente pugnalato i due, come ha detto la polizia. Il sospetto è stato anche accusato di pugnalare un vicino, che ha provato a intervenire.

Quando i deputati sono arrivati, hanno avuto delle difficoltà a sottomettere Harrouff, che gioca a calcio e combatte. La polizia ha detto che “grugniva e ringhiava” mentre cercava di mangiare il volto della vittima di sesso maschile, secondo l’UPI.

Un deputato ha “immediatamente chiuso il divario tra lei e Harrouff,” e si è accorto che stava in realtà mordendo la vittima in faccia e provocando quello che si è rivelato essere un trauma notevole”, ha detto Martin County, lo sceriffo William Snyder CBS Miami.

L’ha schierato Taser, ma la pistola di stordimento ha avuto poco effetto sulla Harrouff.

L'articolo prosegue subito dopo

Alla fine, è stato sopraffatto da diversi deputati e un cane poliziotto.

Harrouff è stato trasportato in un ospedale di zona, dove la polizia ha detto che stava facendo “i suoni degli animali” e non può sopravvivere, la stazione ha riferito.

Il vicino non identificato è stato sottoposto a un intervento chirurgico per le ferite.

I test per la cocaina, oppiacei, metanfetamine e marijuana  sono risultati negativi, come il Post ha riferito.

“E’ inspiegabile”, ha detto Snyder, per NBC Miami. “Una delle prime cose che cerchiamo di fare in una scena del crimine è cercare di capire il motivo del reo, perché una volta capito movente del reo si riesce ad andare nella giusta direzione. In questo caso, non possiamo stabilire un movente. E non lo so come sia potuto accadere”.

L’incidente orribile ricorda un attacco del 2012 a Miami, dove un sospetto è stato ucciso mentre cercava di masticare il volto di un uomo senza fissa dimora.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*