Gaza, tregua umanitaria di 72 ore COMMENTA  

Gaza, tregua umanitaria di 72 ore COMMENTA  

img1024-700_dettaglio2_Raid-aerei-Israeliani-sulla-striscia-di-Gaza-Reuters_3

Alle 8 ora locale (le 7 in Italia) di stamattina è scattata oggi una tregua di 72 ore dopo 28 giorni di guerra a Gaza. Concordato tra israeliani e palestinesi, il “cessate il fuoco” dovrebbe permettere l’avvio di negoziati. Gli israeliani ritireranno quindi tutte le truppe dalla Striscia di Gaza, resterà solo un piccolo contingente nei pressi del confine, pronto ad attaccare nel caso in cui Hamas rompa gli accordi.

Leggi anche: Data uscita, streaming e trama Land of Mine


La tregua di tre giorni è stata concordata grazie alla mediazione egiziana, e ci si augura che possa aprire scenari di accordo per far cessare definitivamente le ostilità.

Leggi anche: Tensione per gli O Bej O Bej: abusivi VS polizia

Intanto il Presidente degli USA, Barack Obama, ha firmato un disegno di legge che autorizza l’aumento di 225 milioni di dollari di fondi per finanziare il sistema antimissile di Israele, Iron Dome, che si è mostrato efficiente nell’intercettare i razzi di Hamas.

Leggi anche

Maria Elena Boschi piange per la sconfitta al Referendum
Attualità

Maria Elena Boschi piange per la sconfitta al Referendum

Nel cuore della notte Maria Elena Boschi scoppia a piangere. E piange per l'esito del referendum costituzionale. Maria Elena Boschi (Montevarchi, 24 gennaio 1981) è una politica italiana, il Ministro senza portafoglio per le Riforme Costituzionali e i Rapporti con il Parlamento con delega all'attuazione del Programma di Governo nel Governo Renzi dal 22 febbraio 2014. Due lacrime scivolano sulle sue guance rosa facendo colare anche un po’ di rimmel. Piange in un comprensibile miscuglio di rabbia e delusione. Ecco, l’incredulità. Appena due anni fa, negli indici di gradimento, Maria Elena Boschi era il ministro più popolare del Paese: la madrina di ogni riforma compresa quella più importante, quella della Costituzione, e Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*