Il Girasole, fiore miracoloso!

Guide

Il Girasole, fiore miracoloso!

I girasoli non sono solo un bel fiore, forniscono anche una vasta gamma di prodotti a noi decisamente utili.

I girasoli sono originariamente nativi del Sud America dove crescevano selvatici, ma ci sono prove che i popoli nativi del Messico molto presto ne scoprirono i benefici e dal 2600 a.c fu addomesticato come pianta medicinale e di consumo.

Le prime tribù native in Nord America videro il girasole come simbolo del loro dio sole, collegato alla religione che vedeva il sole come “signore del cielo”.

Quando gli esploratori presero le sementi di questa pianta mai vista prima ad occhio civilizzato, la pianta fu portata in Europa dove venne usata per farne dell’olio attraverso i suoi semi. Dal XVIII secolo, le chiese in Europa promossero l’uso di quest’ olio, in quanto poteva essere utilizzato durante la Quaresima senza rompere le restrizioni quaresimali.

A poco a poco, il girasole raggiunse la valle del Mississippi, e oggi viene coltivato in tutti gli Stati Uniti, in una varietà di colori e dimensioni. In realtà, ora ci sono letteralmente decine di varietà, oltre a quelli più grandi gialli che torreggiano i campi.

Non ci volle molto per scoprire che il girasole non era solo bello e interessante, ma una fonte eccellente di cibo e petrolio. Essi infatti forniscono proteine e le vitamine A ed E.

I semi di girasole possono essere usati come snack, dopo tostatura. E, possono anche essere trasformati in una forma di “burro”, non diverso dal comune burro di arachidi.

In Germania e in altri paesi europei, il “sunbutter” o burro di girasole viene a volte mescolato con la farina di segale e trasformato in pane.

L’ olio di girasole, in alternativa all’olio d’oliva molto più costoso, viene usato in cucina per preparare diverse ricette, un po’ come la margarina che è la versione “leggera” del burro.

Il girasole è anche un ingrediente naturale per la produzione di carburanti biodiesel. Infatti, l’olio dei suoi semi è tra i primi tre oli usati, insieme alla soia e a quello di palma.

In Europa, l’olio si trasforma in saponi e detergenti, ed è anche utilizzato nei lubrificanti, ammorbidenti, nella plastica e in una serie di altri prodotti.

Naturalmente, anche gli animali e gli uccelli si cibano dei semi di girasole. La maggior parte delle miscele alimentari per uccelli che compriamo contiene infatti i suoi semi. Gli avanzi dopo che i semi vengono rimossi, e rimangono solo i “gusci” vengono integrati al cibo del bestiame.

Gli agricoltori oggi o li amano o li odiano. Sono coltivati per la loro incredibile utilità ma in alcune zone sono ancora considerati piante infestanti, soprattutto quando violano le colture annuali. Alcuni agricoltori, però, hanno scoperto che in realtà sono utili, in quanto danno agli uccelli qualcos’altro da mangiare, oltre ai propri prodotti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...