La lettera di addio di una mamma virale sui social

Donna

La lettera di addio di una mamma virale sui social

Una bellissima lettera di addio di una mamma americana commuove e fa ridere più di 100.000 persone sul web. Ecco il testo.

Heater McManamy, mamma e moglie di 36 anni del Wisconsin, Stati Uniti, due anni fa riceve una diagnosi che la lascia scioccata: ha un cancro al seno e le restano solo 6 settimane di vita.
La donna era una amante della vita, sempre pronta a ridere e a far ridere, non le piaceva la tristezza e prima di morire ha deciso di scrivere una lettera alla sua bambina di 4 anni ed un’altra lettera rivolta ad amici e familiare dalla quale traspare tutta la sua allegria.

Il marito Jess McManamy al momento della morte della moglie, rispondendo ai desideri di Heather, pubblica su Facebook la sua lettera di addio e questa inizia a fare il giro del web in tutto il mondo. Jess è ovviamente addolorato ma è sicuro che sua moglie sarà sempre con lui e che Brianna, la loro bambina, ha ereditato tutta la sua forza ed il suo spirito.

“Allora…

ho qualche notizia buona e una cattiva. La cattiva notizia è che, a quanto pare, sono morta. La buona, se stai leggendo queste parole, è che tu sicuramente non lo sei (a meno che non abbiano una connessione wifi nella vita ultraterrena). Sì, è uno schifo. Fa schifo al di là delle parole, ma io sono così dannatamente felice di aver vissuto una vita così piena di amore, di gioia e di amici fantastici. Ho la fortuna di poter dire onestamente che non ho alcun rimpianto e che ho trascorso ogni energia che avevo per vivere la mia vita al massimo. Vi amo tutti e vi ringrazio per questa vita incredibile

Qualunque sia la religione che ti porta sollievo, sono felice che tu la abbia. Tuttavia, rispetta coloro che religiosi non sono. Per favore, per favore, per favore non dire a Brianna che sono in cielo. Nella sua mente, questo significherebbe che ho scelto di essere da qualche altra parte invece che con lei e che l’ho lasciata.

In realtà, ho fatto tutto quello che potevo per essere qui con lei, dal momento che non sarei voluta essere in nessun altro luogo, da nessuna altra parte, se non con lei e con Jeff. Ti prego di non confonderla e lasciala pensare per un secondo alla tristezza. Perché io non sono in cielo. Sono qui. Ma non più in quel corpo schifoso che mi si è rivolto contro. La mia energia, il mio amore, la mia risata, quei ricordi incredibili… tutto è qui con te. Ti prego di non pensarmi con pietà o tristezza. Sorridi, sapendo che abbiamo trascorso del tempo insieme e che quel tempo è stato INCREDIBILE. Odio terribilmente rendere le persone tristi. Più di ogni altra cosa, mi piace il sorriso e far ridere la gente; quindi, per favore, invece che soffermarti sui tragici eventi finali della mia storia, sorridi dei nostri ricordi e delle cose divertenti che abbiamo fatto assieme.

Per favore, racconta a Brianna delle storie, così che saprà quanto le voglio bene e che sarò sempre orgogliosa di lei (e fammi sembrare sempre più cool di quella che sono). Perché non c’è niente che amo di più che essere la sua mamma.

Niente. Ogni momento trascorso con lei mi ha dato una felicità che non potevo nemmeno immaginare… fino quando il nostro mondo non è crollato. E non dirle che ho perso contro il cancro. Perché il cancro potrebbe aver preso qualsiasi cosa da me, ma non si è mai preso il mio amore, la mia speranza e la mia gioia. Non è stata una “battaglia” è stata solo la vita, che è spesso brutalmente casuale e ingiusta, e semplicemente alle volte non va come vorremmo. Non ho perso, dannazione. Il modo in cui per un anno ho convissuto con il cancro è una cosa che considero al pari di una bella e grande vittoria. Per favore ricordatelo.

La cosa più importante è che sono stata incredibilmente fortunata a trascorrere più di un decennio con l’amore della mia vita e mio migliore amico, Jeff. Il vero amore e l’anima gemella esistono per davvero. Ogni giorno, con Jeff al mio fianco, era pieno di risate e di amore.

Lui è davvero il migliore marito del mondo. Non ha mai vacillato davanti al mio cancro di merda, non si è mai tirato indietro come forse altri avrebbero fatto. Anche nei giorni più brutti, oltre l’immaginazione, abbiamo trovato un modo per ridere insieme. Lo amo più della vita stessa, e credo davvero che un amore come il nostro sia così speciale da poter vivere per sempre.
Il tempo è la cosa più preziosa a questo mondo e l’aver condiviso la mia vita per così tanto tempo con Jeff è qualcosa di cui sono incredibilmente grata. Ti amo, Jeff. Credo che Brianna abbia suggellato il nostro amore portandone altro nelle nostre vite e questo è molto bello. Mi si spezza il cuore a dover dire addio. Se poi la metà di voi è triste per me, mi si spezza il cuore di nuovo perché l’ultima cosa che vorrei è rendervi tristi. Spero che, con il passare del tempo, possiate tornare a pensare a me con il sorriso sulle labbra perché, accidenti!, abbiamo trascorso insieme una vita mozzafiato. Cercate su Google Physicist’s Eulogy e sappiate che è un fatto scientifico quello per cui, in qualche modo, sarò sempre con voi. So che se vi fermate e cercate bene io sarò lì con voi (cercherò di essere il meno raccapricciante possibile). Siete il mio mondo e ho amato ogni secondo trascorso insieme più di quanto le parole possano esprimere.

Amici, vi amo tutti e vi ringrazio per questa vita meravigliosa. E grazie a tutti i miei medici incredibili e agli infermieri che si sono presi cura di me. Non dubito che la mia squadra ha cercato di regalarmi i migliori giorni possibili, come poteva. Dal profondo del mio cuore, auguro a tutti i miei amici una vita lunga e sana e spero che possiate sperimentare lo stesso amore ed entusiasmo per la vita che io ho ricevuto in dono. Se venite al mio funerale, poi passate in un bar, mi rendereste orgogliosa. Cantate e ballate per me (perché a un certo punto sarebbe meglio essere a una festa). Celebrate la bellezza della vita con un party, anzi, perché sapete che è quello che vorrei e credo che, in qualche maniera, troverò un modo per essere presente anche lì (sapete quanto odio perdermi le cose divertenti). Non vedo l’ora di “molestare” ciascuno di voi, quindi questo non è tanto un addio quanto un “ci vediamo dopo”. Vi prego poi di farmi un favore e di prendervi due minuti ogni giorno per ricordarvi di quanto può essere fragile questa pazza avventura che è la vita. Non dimenticatelo mai: ogni giorno è importante”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche