Licenza di pesca per pensionati: chi ha già pagato posticipa la validità per il 2013

Attualità

Licenza di pesca per pensionati: chi ha già pagato posticipa la validità per il 2013

Cuneo – Dal 1° gennaio 2013 è entrata in vigore la norma regionale che prevede, anche per tutti i pescatori over 65 che intendono esercitare la pesca nelle acque interne, l’obbligo di pagare la licenza di pesca. E’ però possibile, per coloro che hanno erroneamente già pagato la licenza nell’anno 2012, richiedere alla Regione Piemonte la posticipazione della validità del versamento effettuato per l’anno 2013.
Come previsto dalla legge regionale 5/2012 approvata lo scorso maggio, i pescatori che hanno superato i 65 anni di età sono stati esclusi dall’elenco di coloro che risultano esonerati dal pagamento della tassa di concessione regionale sulla pesca. Occorre quindi provvedere ad effettuare il versamento di 22,72 euro sul conto corrente postale n. 93322337 intestato alla Regione Piemonte – Tassa Pesca – con causale “Licenza pesca tipo B dilettantistica”. Per gli ultrassessantacinquenni che hanno effettuato erroneamente il versamento della licenza nel periodo 4 maggio 2012- 31 dicembre 2012, periodo intercorrente dalla pubblicazione della legge regionale alla vigenza della norma (cfr.

circolare interpretativa dell’Ufficio Pesca della Regione), possono richiedere, in base alla nota n. 9761/DB 0903 della Direzione Risorse Finanziarie della Regione Piemonte, la compensazione della somma pagata a titolo di licenza utilizzando il modulo predisposto ed inviandolo alla Regione Piemonte, Direzione Risorse Finanziarie, Settore Politiche Fiscali, Piazza Castello 71, Torino. La Regione Piemonte provvederà al rilascio di un’apposita attestazione che renderà valido il versamento effettuato nell’anno 2012, dal 1° gennaio 2013 al 31 dicembre 2013.
“Si tratta di una informazione importante per i nostri pensionati appassionati di pesca – spiegano la presidente Gianna Gancia e l’assessore alla Pesca, Stefano Isaia – soprattutto per coloro che, come spesso accade nella Granda, sono sempre molto solleciti a pagare. Il versamento che hanno già effettuato l’anno scorso avrà valore per tutto il 2013 senza che debbano provvedere ad altri pagamenti. Ricordiamo a tutti che per ottenere tale diritto, occorre procedere comunque ad una richiesta di rimborso o di compensazione”.
Per coloro che, pur avendo pagato, non richiederanno il rimborso né effettueranno la richiesta di compensazione, la licenza pagata scadrà il 365 giorno dopo l’effettuazione del versamento (es.

il versamento effettuato il 6 maggio 2012 avrà scadenza il 6 maggio 2013) e dopo quella data dovranno effettuare un nuovo versamento per essere in regola. Restano invece esonerati dal pagamento della tassa pesca per l’anno 2013 i ragazzi al di sotto dei 14 anni di età e, novità introdotta dalla Legge 5/2012, coloro che sono affetti da minorazioni psicofisiche riconosciute ai sensi dell’art. 3 della L. 104/92 (“Legge-quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate”).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche